Videosorveglianza centro storico il punto della situazione con l’assessore alla Sicurezza Riccardo Marzi primo stralcio interventi, iter più lungo coinvolti edifici privati Dup 2019-2021 inserito, anche impianto pubblica illuminazione

sansepolcro-riccardo marzi assessore lavori pubblici sicurezza

Sansepolcro- Videosorveglianza in centro storico il punto della situazione con l’assessore alla Sicurezza Riccardo Marzi. Il Comune sta lavorando al primo stralcio di interventi dopo la dotazione delle telecamere a lettura targhe istallate agli ingressi uscite della città, che si confermano ottimo deterrente alla criminalità e strumento di presidio e controllo del territorio comunale per la sicurezza dei cittadini, specialmente nel contrasto alla microcriminalità, furti, vandalismo, spaccio di sostanze stupefacenti. La videosorveglianza serve anche nel centro storico dove verranno istallate 7-8 telecamere, il progetto è pronto e la regione ha messo a disposizione circa 25 mila euro, l’iter in questo caso è più lungo del previsto perché sono coinvolti edifici privati e non tutti sono disposti ad accettare l’occhio pubblico sulle proprie abitazioni, uffici ed attività; ogni volta che arriva un diniego va trovata una soluzione diversa da quella proposta, lo ha spiegato l’assessore alla Sicurezza Riccardo Marzi in sede di discussione e deliberazione del Dup 2019-2021 all’ordine del giorno del Consiglio comunale e dove lo stralcio di interventi è stato inserito. Approvato a maggioranza con voto contrario di tutte le opposizioni, il Documento Unico di Programmazione è calato sulla vecchia legge rispetto alla nuova manovra economica e finanziaria del Governo che deve arrivare in Parlamento entro la fine di dicembre. Una volta estesa la videosorveglianza anche nel centro storico si potrà pensare, nell’ambito del restyling complessivo, con la realizzazione dell’ammodernamento dell’impianto di pubblica illuminazione, di dotare strade e soprattutto vicoli del centro cittadino di più punti luce, anche questo intervento è stato inserito nel Dup e verrà realizzato in seguito negli anni a venire.

Anna Maria Citernesi