Sono recenti furti e furtarelli in citta e vallata, opportuno aggiungere all’attività di controllo ed indagine delle forze dell’ordine anche un monitoraggio del territorio comunale potenziando la videosorveglianza

sansepolcro

Sansepolcro- Sono recenti tutta una serie di furti e furtarelli in città ed vallata, soprattutto in abitazioni private, la cittadinanza non si sente del tutto tranquilla, opportuno aggiungere all’attività di controllo ed indagine delle forze dell’ordine anche un monitoraggio del territorio comunale potenziando la videosorveglianza della Polizia municipale a partire da quelle zone della città dove l’impianto di videosorveglianza non funziona. Se le telecamere di videosorveglianza agli ingressi della città funzionano bene in cento storico i dispositivi elettrici non leggono le targhe dei veicoli in circolazione e la qualità risoluzione delle immagini è tale da non permettere, se ce ne fosse bisogno, di identificare le persone neppure di giorno, oltre che con il buio serale e notturno. Le immagini nel server della Polizia municipale possono essere visionate oltre che dai vigili dalle forze dell’ordine, ad esempio dai carabinieri sia quelle in tempo reale che quelle più recenti, stabilendo un collegamento diretto con la centrale operativa dell’Arma, in questo modo anche il commando provinciale può monitorare il territorio cittadino. Tutto questo non è ancora stato fatto e la speranza è che la nuova amministrazione ponga rimedio, la videosorveglianza, già lo era negli anni passati figuriamoci quanto lo sarà nel post pandemia, è sempre più indispensabile ottimo strumento di ausilio per la prevenzione e contrasto dei reati, ed ottimo deterrente semplicemente anche per gli atti vandalici che sempre più spesso riguardano i centri storici in particolare, efficace deterrente anche la pubblica illuminazione e la città sarà dotata di un nuovo impianto, a partire dal primo intervento, di quattro stralci l’intervento complessivo in diverse zone della città ereditato dalla precedente amministrazione e che per quanto riguarda il centro storico prevede un primo investimento di 180 mila euro che interessa i viali intorno alle mura in seguito si passerà alle zone interne alle mura urbane. La nuova illuminazione consentirà risparmi energetici del 40% e queste risorse serviranno a coprire il mutuo del Comune.

Anna Maria Citernesi