Si riparte daccapo ad Anghiari trionfa il centro destra del civico con pedigree d’area Alessandro Polcri che si riconferma primo cittadino Sansepolcro testa a testa tra il centro sinistra di Andrea Laurenzi ed il centro destra con Fabrizio Innocenti

anghiari sindaco alessandro polcri

Valtiberina ToscanaSansepolcro- Si riparte daccapo. Tutto come nelle previsioni in vallata, ad Anghiari non c’è stata partita, centrosinistra diviso trionfa il centro destra del civico con pedigree d’area Alessandro Polcri che si riconferma primo cittadino con il 53,5% dei consensi, una bella percentuale rispetto al 38,5% con cui vinse nel 2016 per una manciata di voti o poco più, ne se fosse stato unito avrebbe vinto il centrosinistra, Mario Ceccaglini è arrivato al 28% dei consensi, Danilo Bianchi si è fermato al 18,5%, amministrare bene frutta e 5 anni di buona amministrazione gli hanno fruttato 500 voti in più, serietà, coerenza gli anghiaresi hanno scelto la continuità ed anche l’affluenza alle urne è stata buona a differenza di quanto a Sansepolcro. Qui è un testa a testa tra il centro sinistra di Andrea Laurenzi ed il centro destra con Fabrizio Innocenti, sono rispettivamente arrivati al 40,5% il primo ed al 39,5% il secondo, la destra e civica di Laura Chieli si ferma la 14,6% che proietta il civico d’area Innocenti verso il ritorno a Palazzo delle Laudi con un ottimo risultato anche della sua lista Borgo al Centro al 16,5%, sopra Lega e Forza Italia che insieme anche se migliorano rispetto al 2016 comunque si fermano al 15,9%. Delusa la candidata a sindaco del M5s e civica Catia Giorni il 5,3% dei consensi non le permette di tornare in Consiglio comunale. Nel centro sinistra già unito il Pd fa la parte del leone e si prende il 24,3% dei consensi buona anche la performance dell’esordiente neo “centro” Adesso al 14,1% dei consensi. Alle urne al Borgo si sono recati il 65% degli aventi diritto al voto, il 3% in meno rispetto al 2016, tendenza generale ma anche campagna elettorale condotta sui social o on-line per dirla come la pensa il sindaco Mauro Cornioli, quanto e come peserà l’assenteismo al secondo turno? Nel clima di disinteresse della cittadinanza è già caccia al voto tra gli addetti ai lavori e febbre da ballottaggio!

Anna Maria Citernesi