Parcheggio San Puccio mozione gruppi consiliari “Lega Nord” e “Misto” cancellazione pagamento sosta Turismo e decoro urbano e sicurezza nelle interrogazioni richieste abitanti cestini immondizia, “bagni autopulenti”, punto luce-lampione, marciapiedi e taglio erba

sansepolcro- palazzo delle laudi scorcio

Sansepolcro- La nuova amministrazione comunale ed il sindaco Mauro Cornioli hanno ereditato dalla precedente la gestione del parcheggio di San Puccio a pagamento per un altro anno, con decorrenza dallo scorso 1 novembre è stato noleggiato il parcometro, l’area di sosta a pagamento su metà parcheggio. L’argomento torna all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, i consiglieri comunali Alessandro Rivi del gruppo consiliare “Lega Nord” e Tonino Giunti del gruppo consiliare “Misto” hanno presentato una mozione sulla cancellazione del pagamento della sosta in tutto il parcheggio di San Puccio da discutere e mettere in votazione con la quale il Consiglio comunale di Sansepolcro delibera di impegnarsi a riportare il parcheggio per intero a sosta gratuita, questo visto i provvedimenti adottati dalla precedente amministrazione che hanno portato metà del parcheggio di San Puccio a pagamento, le numerose lamentele da parte dei commercianti e da parte di tutte le attività produttive del centro storico, oltre che da parte degli abitanti e visto che gli introiti previsti dal parcheggio non hanno soddisfatto le iniziali aspettative. Inoltre, Rivi e Giunti hanno presentato un’interrogazione sul decoro urbano, richiesta di dotare le strade di accesso alla piazza Torre di Berta di un numero sufficiente di cestini per l’immondizia, di migliorare il decoro urbano di queste strade e di installare nei posteggi più importanti di Sansepolcro dei “bagni autopulenti”, interrogano, a seguito di richieste formulate loro da abitanti in modo verbale, l’assessore ai Lavori pubblici ed alla Manutenzione Riccardo Marzi “In questi ultimi anni il degrado urbano è notevolmente aumentato anche se non appare agli occhi degli abitanti è, invece, ben visibile agli occhi attenti di un turista, Sansepolcro oltre a cercare di essere inserita in percorsi internazionali turistici, capaci di attirare persone di un centro livello, che creino occupazione e ricchezza, deve dimostrare di essere all’altezza di un paese turistico e fin’ora non lo è stato, questo è l’esempio su cui l’amministrazione deve, o quanto meno dovrebbe, lavorare per il rilancio di Sansepolcro.” quanto a decoro urbano e sicurezza, inoltre, il consigliere comunale Giunti interroga Marzi, a seguito di richieste formulategli da abitanti del luogo in modo verbale e a seguito di richieste inviate tramite lettera alle precedenti amministrazioni, anche per far installare un punto luce-lampione all’incrocio tra la strada vicinale del Rio II, in frazione Giardino, e via Bartolomeo della Gatta “su detto incrocio in passato si sono verificati incidenti, per fortuna non gravi, proprio a causa della scarsa visibilità. Gli abitanti del luogo hanno presentato analoghe richieste che non hanno avuto mai riscontro dalle passate amministrazioni” Giunti si augura “che questa richiesta venga accolta.”. Inoltre, sullo stato marciapiedi e taglio erba in zona ospedale, a seguito di richieste formulategli da abitanti di Sansepolcro in modo verbale e sia dal gruppo comunale di Forza Italia, interroga Marzi per far eseguire interventi di sistemazione dei marciapiedi davanti all’ospedale in via Galilei e sia di taglio dell’erba nelle zone limitrofe all’ospedale “L’assetto della zona attualmente è a dir poco indecoroso. I pedoni per recarsi all’ospedale debbono transitare per la strada e non possono permettersi di utilizzare i marciapiedi perché impraticabili, è una situazione di cui è inutile negare la pericolosità”.

Anna Maria Citernesi