Lavori di manutenzione straordinaria alla scuola Buonarroti il 13 e 14 dicembre le lezioni alla Media in Dad La notizia in ritardo dal Comune e a seguito nota in proposito alla decisione della didattica a distanza del Partito Democratico “Gli aspetti organizzativi dei lavori che interessano il plesso Buonarroti continuano a destare preoccupazione crediamo che, dopo mesi di didattica a distanza dovuti all’emergenza sanitaria, si debba fare di tutto per permettere ai nostri studenti di frequentare la scuola in presenza e che la “DAD” debba essere usata soltanto per le situazioni connesse all’emergenza covid-19”

sansepolcro consiglio comunale gruppo consiliare pd-incomune

Sansepolcro- Lavori di manutenzione straordinaria alla scuola Buonarroti il 13 e 14 dicembre le lezioni alla Media Buonarroti saranno in Dad per consentire i lavori di smaltimento e bonifica della vecchia pavimentazione, nell’ambito del grande cantiere per una scuola nuova, efficiente e sicura. La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale in accordo con la dirigenza scolastica e nel rispetto delle prescrizioni che sono state indicate dalla Asl. L’amministrazione comunale si scusa con i ragazzi, le famiglie, gli insegnanti e il personale dell’istituto ma ritiene che la sicurezza di chi frequenta la scuola sia una priorità. In ogni caso si impegna, per il futuro, a minimizzare per quanto possibile i disagi. La notizia è stata data in ritardo dal Comune e a seguito di una nota in proposito alla decisione della didattica a distanza del Partito Democratico. Il gruppo consiliare del Partito Democratico infatti, stigmatizza la decisione di tenere a casa gli allievi. “Gli studenti della Scuola Secondaria Buonarroti i giorni 13 e 14 dicembre” ha annunciato “dovranno seguire le lezioni a distanza per interventi all’interno della struttura scolastica. Le classi, già dislocate a inizio anno scolastico presso la Scuola Primaria Collodi, continueranno la frequenza in presenza. Gli aspetti organizzativi dei lavori che interessano il plesso Buonarroti continuano a destare preoccupazione. In un primo momento gli alunni non sarebbero stati spostati, poi si spostano 3 classi, successivamente si impegnano 350.000 euro per l’affitto di moduli abitativi in cui spostare altre 6 classi, infine la notizia di questi giorni che la didattica è sospesa per due giorni per permettere i lavori all’interno. Sinceramente crediamo che, dopo mesi di didattica a distanza dovuti all’emergenza sanitaria, si debba fare di tutto per permettere ai nostri studenti di frequentare la scuola in presenza e che la “DAD” debba essere usata soltanto per le situazioni connesse all’emergenza covid-19, in presenza di positivi, come prevede il DL del 6 agosto 2021. Inoltre, con l’approssimarsi delle vacanze natalizie forse sarebbe stato opportuno valutare la possibilità di effettuare i lavori quando gli alunni non frequentano la scuola, senza recare disturbo alla loro normale vita scolastica. Anche lo scarso preavviso con cui è stata data comunicazione alle famiglie, solo una settimana prima, è poco giustificabile a meno che i lavori non interferiscano con la sicurezza degli alunni e del personale o non siano emerse problematiche gravi, speriamo che la ragione non sia questa. Ribadiamo la necessità e l’importanza dei lavori di riqualificazione e la nostra disponibilità ad affrontare la questione nella commissione urbanistica e lavori pubblici, come richiesto nell’ultimo Consiglio Comunale, perché l’intera vicenda è costellata da scarsa programmazione e serve l’attenzione di tutti verso il mondo scolastico che ha già sofferto per l’emergenza in corso.”.

Anna Maria Citernesi

“el comuni seleziona le pecore de scola piddina pu se lamentino de la scola si! gite a piugliello n tu l’c..o!”