La Regione Toscana rifinanzia il servizio civile per giovani, c’è anche la Biblioteca comunale

sansepolcro biblioteca comunale

Sansepolcro- La Regione Toscana rifinanzia il servizio civile per giovani dai 18 ai 29 anni, c’è anche la Biblioteca comunale, 3 giovani potranno svolgere il servizio civile proprio in biblioteca e nel suo ufficio amministrativo. Le domande devono essere presentate nel sito della regione entro il 28 maggio alle 14, solo in modalità on-line. Possono partecipare alla selezione tutti coloro che, alla data di presentazione della domanda: siano regolarmente residenti, domiciliati o soggiornanti in Toscana, siano in età compresa fra diciotto e ventinove anni (ovvero fino al giorno antecedente il compimento del trentesimo anno), siano disoccupati, inattivi, siano in possesso di idoneità fisica e non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo. La durata del servizio civile regionale è di 12 mesi e ai giovani in servizio sarà corrisposto direttamente dalla Regione Toscana un assegno di natura non retributiva pari a 433,80 euro. La domanda di partecipazione deve essere corredata dal curriculum vitae debitamente datato e firmato, può essere presentata accedendo al sito utilizzando la propria carta sanitaria elettronica (CNS – carta nazionale servizi sanitari rilasciata dalla Regione Toscana) munita di apposito PIN, tramite un lettore di smart card, la carta sanitaria elettronica (CNS) deve essere stata preventivamente attivata, oppure  con accesso senza carta sanitaria elettronica (CNS) accedendo al sito, seguendo le istruzioni presenti nel sito stesso, in questo caso è necessario allegare alla domanda la copia fronte retro di un documento di identità. Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate nel bando, e pervenute oltre i termini stabiliti, non saranno prese in considerazione. Il calendario dei colloqui sarà pubblicato nella sezione dedicata del sito web del Comune, per informazioni è possibile telefonare anche in Biblioteca comunale.

Anna Maria Citernesi