La Procura ha chiesto ad Anas di non alterare lo stato dei luoghi fino a dopo le nuove perizie dei consulenti sul ponte Puleto della E45, lavori di risanamento che proseguono senza sosta in vista della riapertura al traffico pesante per l’inizio del prossimo mese Per quanto riguarda gli aiuti alle imprese lunedì torna a Pieve Santo Stefano l’assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, protestano gli operatori delle aree di servizio la Regione ha promesso 300 mila euro da distribuire tra Sansepolcro e Pieve Santo Stefano, ancora non si sono visti

valtiberina toscana- e45

Valtiberina Toscana- La Procura ha chiesto ad Anas di non alterare lo stato dei luoghi fino a dopo le nuove perizie dei consulenti, nell’ambito dell’indagine penale che ha visto cinque dirigenti dell’ente delle strade raggiunti da avvisi di garanzia per omessa manutenzione del ponte, sul ponte Puleto della E45, il grande malato in via di guarigione con i lavori di risanamento che proseguono senza sosta in vista della riapertura al traffico pesante per l’inizio del prossimo mese. Il Gip deciderà a breve sull’eccezione di incidente probatorio sollevato dalla difesa Anas che ha incaricato suoi consulenti, ci saranno le ispezioni e soltanto dopo potrà intervenire anche su i baggioli, gli appoggi tra i piloni ed il piano stradale avvolgendoli di cemento. Per quanto riguarda gli aiuti alle imprese lunedì torna a Pieve Santo Stefano l’assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, protestano gli operatori delle aree di servizio lungo la E45, la Regione ha promesso 300 mila euro da distribuire tra Sansepolcro e Pieve Santo Stefano, ma ancora non si sono visti, siccome anche il traffico leggero si è ridotto a seguito della chiusura totale dello scorso 13 febbraio anche perché non è stata data adeguata informazione della riapertura al traffico leggero, se le cose continuano così tra un mese saranno costretti a licenziare e non potranno accedere alla ripartizione dei 300 mila euro, sarebbe quindi il caso di passare velocemente dalle parole, visto che si è saputo che Ceccarelli telefona spesso agli operatori per esprimere vicinanza ed aggiornarli, ai fatti. Inoltre, non convincono del tutto le stime delle amministrazioni comunali in collaborazione con le categorie economiche, al di là del aggiornamento per il tempo che passa, importanti sono dati e cifre acquisite della Finanza, resta difficile per non dire impossibile stimare con precisione e serietà il danno socio-economico.

Anna Maria Citernesi