Il Liceo artistico “Giuseppe Giovagnoli” con patrocinio del Comune anche quest’anno concorso di idee Artista per un giorno Il dirigente scolastico De Iasi soddisfatto del numero di adesioni da parte degli studenti delle scuole medie, sono trecento, in aumento anche per il tema che prende spunto dall’attuale situazione dovuta alla pandemia da coronavirus Restart per la scuola ricominciare anche con e attraverso l’arte

sansepolcro liceo artistico giuseppe giovagnoli

Sansepolcro- Il disegno può essere frutto di un’idea originale del concorrente o una rielaborazione grafica di un’opera d’arte, la tecnica per realizzare l’immagine, che successivamente verrà stampata su t-shirt, pennarello, acrilico, tempera, marker o pastello. Il Liceo artistico “Giuseppe Giovagnoli” con patrocinio del Comune anche quest’anno ha organizzato il concorso di idee Artista per un giorno riservato agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di 1° grado delle provincie di Arezzo, Perugia, Forli, eccezionalmente on line. Il dirigente scolastico professor Giuseppe De Iasi è soddisfatto del numero di adesioni da parte degli studenti delle scuole medie, sono trecento le iscrizioni, in aumento anche per il tema che prende spunto dall’attuale situazione dovuta alla pandemia da coronavirus, il titolo del tema è Restart che per la scuola significa ricominciare anche con e attraverso l’arte. Dunque un messaggio di speranza e di fiducia per ricominciare dai giovani studenti, che si apprestano a breve a fare una scelta importante come quella della scuola superiore. L’obiettivo del concorso è valorizzare le idee attraverso il disegno e la pittura sottolineandone il valore culturale e comunicativo-espressivo. Le scuole che hanno aderito sono di Umbertide, Città di Castello, Selci Lama di San Giustino umbro, Anghiari, Monterchi e Sansepolcro, la consegna degli elaborati avverrà format: artistaperungiorno@gmail.com entro il 15 gennaio, ci sono anche premi offerti dal Comune pc, polaroid, cuffie wirless, t-shirt serigrafate nel laboratorio stampa della scuola con l’immagine impressa del disegno dei finalisti.

Anna Maria Citernesi