Il Liceo artistico Giovagnoli ed il professionale Buitoni in assemblea per la giornata internazionale violenza sulle donne Solite iniziative su diritti e violenza di genere

liceo artisitico

Sansepolcro- Non dimenticando che anche gli possono subire violenza esercitata dalle donne il 25 novembre era la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e gli studenti del Liceo artistico “Giovagnoli” e dell’Istituto professionale “Buitoni” di Sansepolcro hanno organizzato per l’occasione l’assemblea della scuola dedicata al tema. Scopo dell’assemblea è stato quello di sensibilizzare sulla violenza di genere e di accrescere la consapevolezza dei giovani su questo enorme problema. In primis è stato proiettato “North Country-Storia di Josey”, un vecchio e ancora purtroppo attuale film del 2005, ispirato a una storia vera, capace di far riflettere sul dramma delle donne che subiscono violenza. Successivamente gli studenti hanno presentato i lavori realizzati da ogni classe, espressione della creatività di gruppo in relazione alla tematica proposta. A seguire si è tenuto un dibattito collettivo al quale ha portato la propria testimonianza la presidente dell’Associazione Silvia Zanchi di Sansepolcro e ha comunicato la finalità dell’Associazione che è innanzitutto il divulgare “una politica di non violenza, rispetto della persona, solidarietà senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Gli alunni tutti hanno mostrato maturità nell’affrontare l’argomento trattato, intervenendo nel dibattito e dimostrando come la scuola contribuisca in modo determinante all’educazione degli studenti e alla sensibilizzazione su un tema scottante del nostro tempo. Sempre in tema di diritti la classe IVLB del liceo artistico ha partecipato il 30 novembre alla riunione tenutasi a Sansepolcro nello stesso cinema Aurora, indetta da Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Unione dei comuni della Valtiberina Toscana dal titolo “Azioni di sensibilizzazione di giovani cittadini e cittadine sul tema della violenza di genere”, dove ha presentato il filmato: “No alla Violenza”: un video ritenuto significativo dalla scuola che ha avuto come interpreti gli studenti stessi.

A.M.C.