Campionato Italiano Rally Auto Storiche domani Rallye Elba Historic

rally lucky1

Toscana- I centotrentadue iscritti sono pronti ad animare la settima e penultima gara del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Il penultimo round dell’intensa annata degli “storici” tricolori, potrebbe essere prova decisiva per le classifiche. Tanti gli italiani non hanno voluto mancare ad una delle manifestazioni rallistiche più affascinanti d’Europa, sono anche molti i piloti stranieri alla ricerca dei punti per i titoli continentali. La ventinovesima edizione del Rallye Elba Storico – Trofeo Locman Italy, in programma per questo fine settimana nello scenario unico dell’Isola d’Elba, con partenza ed arrivo a Capoliveri ha tanto da offrire agli appassionati. Il rally allestito da  ACI Livorno Sport – organizzatore e promotore dell’evento su mandato di Aci Livorno – conta ben dodici Nazioni rappresentate, ma a tenere banco sono le vicende del Campionato Italiano per il quale almeno due dei quattro Raggruppamenti potrebbe essere assegnati. Il primo ed il secondo ad esempio. Alla prima stagione affrontata con determinazione e continuità nei risultati vincenti, con la Porsche 911 S il varesotto Marco Dall’Acqua guida il primo raggruppamento con cinque lunghezze su Massimo Giuliani. Il bresciano è bravo a portare al limite la “piccola” Lancia Fulvia HF e giocarsela alla pari con i piloti delle Porsche 911 S, come nel caso il torinese Antonio Parisi, secondo a pari punti con il lombardo, ma rallentato da rotture meccaniche in tante occasioni. E’ un sempre presente ed sempre il più competitivo, Rally Alpi Orientali a parte nel quale non è stato incisivo come al solito anche se resta uno dei più seri candidati al titolo assoluto, il senese Alberto Salvini conduce anche con decisione il secondo Raggruppamento al volante della Porsche 911 RSR, davanti ad un Bertinotti che s’è segnalato con una crescita esponenziale delle prestazioni. Il biellese con la Porsche 911 RSr si gioca il secondo posto con il conterraneo Davide Negri, anch’egli con una Porsche 911, dal quale è separato di pochissime lunghezze. A dirimere ogni contesa s’inserisce all’Elba, come già in precedenza nelle gare concomitanti con le sfide europee, il pluri campione valtellinese Lucio Da Zanche, in gara proprio per ipotecare il titolo internazionale. Il vicentino “Lucky” è il grande mattatore delle affermazioni assolute nelle gare che disputa con la Lancia Delta Integrale. Il veneto ha la ghiotta opportunità di cucirsi ben due scudetti sulla tuta: l’Assoluta Conduttori nella quale è il lotta con Salvini ed il titolo del 4. Raggruppamento. E’ il piacentino Elia Bossalini a inseguirlo dal secondo posto nel ranking di categoria e per confermarsi potrebbe aver gioco facile visto l’assenza all’Elba del sammarinese Bianchini. Il terzo raggruppamento, infine, prevede il trentino Nerobutto con la Opel Kadett GT/E, pronto ad ingaggiare duelli con le più potenti Porsche 911 di Superti e Rimoldi per movimentare la classifica che attualmente è molto corta. Attesi dal pubblico amico, poi, diversi piloti elbani, in grado spesso di fare la differenza sulle strade amiche: da Andrea Volpi, a Riccardo Galullo, da Massimo Giudicelli ad Alberto Anselmi, Gianfranco Pierulivo ed altri, sono pronti a farsi notare tra i grandi della serie continentale ed italiana, contando sul classico “fattore campo”. Il layout della ventinovesima edizione del Rallye Elba Storico, non si discostano rispetto alle quattro edizioni precedenti: centro direzionale della gara è l’Hotel Elba International, a Capoliveri. L’Elba è rally da tre giorni, due tappe e dieci Prove Speciali, per uno sviluppo cronometrato pari a 134 chilometri, mentre sono ben 446,580 i chilometri complessivi del tracciato di gara. Start domani, giovedì 21, alle ore 19 dalla pedana di partenza in Piazza Matteotti a Capoliveri a cui seguiranno due prove speciali, “Due Colli” da 12,290 chilometri e la cittadina “Capoliveri”, da 4,9 chilometri. La seconda giornata di gara sarà la più dura e impegnativa a concludere la prima tappa, venerdì 22 ripartirà  alle ore 8,30 con quattro prove speciali e conclusione alle 16, sempre a Capoliveri. L’indomani, sabato 23, sarà la giornata finale con i restanti quattro tratti cronometrati, dalle 8,30 alle 14 con l’arrivo e le premiazioni a Capoliveri.