Usciti dall’emergenza sanitaria non sono poche le difficoltà e le incertezze del periodo di emergenza sociale ed economica, l’immobilismo pare farla da padrona ed è così che la pensa il consigliere comunale esponente di Forza Italia di Sansepolcro Tonino Giunti che avanza una riflessione comunque intrisa di ottimismo e speranza per il nostro futuro. “Stiamo assistendo in questi giorni di inizio Fase 2 ad una situazione paradossale, c’è chi pensa che sia finito tutto e c’é chi ha paura e vive nel terrore di contrarre il covid 19”

sansepolcro consigliere comunale forza italia tonino giunti

Sansepolcro- Usciti dall’emergenza sanitaria non sono poche le difficoltà e le incertezze del periodo di emergenza sociale ed economica, l’immobilismo pare farla da padrona ed è così che la pensa il consigliere comunale esponente di spicco di Forza Italia di Sansepolcro e della Valtiberina Toscana Tonino Giunti che avanza una riflessione comunque intrisa di ottimismo e speranza per il nostro futuro. “Stiamo assistendo in questi giorni di inizio Fase 2 ad una situazione paradossale, c’è chi pensa che sia finito tutto e c’é chi ha paura e vive nel terrore di contrarre il covid 19. A questo si somma il fatto che ancora non sono stati erogati da parte del governo centrale gli aiuti economici alle imprese per rimpallo di responsabilità. Il governo non ha cancellato nell’atto le clausole di controllo dell’impresa, la banca da parte sua sembra non gradire che la garanzia  dell’insolvenza sia del governo. Nella provincia di Arezzo hanno cessato l’attività nel primo trimestre 802 imprese, ed hanno iniziato l’attività 561. Queste ultime però pur avendo investito non rientrano negli aiuti governativi, tramite banche, perché non hanno prodotto reddito nel 2019. Non sono state erogate nemmeno le somme per la cassa integrazione alle imprese per dare ai lavoratori. Ma a livello statale per prendere tempo si usano le armi di distrazioni per il popolo, vedi le dimissioni della ministra per la regolarizzazione dei migranti irregolari e vedi la vicenda Di Matteo- Bonafede. La gente ha subito un danno per cause naturali e vuole il suo giusto indennizzo. A livello locale assistiamo lo stesso al perdurare di promesse non ancora realizzate. Stiamo aspettando i test sierologici, promessi dalla Regione Toscana, fatti a campione sulle persone per rendersi conto se esistono in giro asintomatici positivi che possono infettare la popolazione. Questo è fondamentale per la riapertura o meno al libero esercizio delle attività. Conoscere il territorio e valutare la situazione. Cosa che sembra attualmente sia messa da parte. A livello comunale stiamo aspettando tutti con trepidazione le decisioni che vorrà prendere l’amministrazione nel suo ultimo anno di mandato per aiutare veramente i cittadini e le imprese che ne hanno bisogno per riportare Sansepolcro al livello di competitività e di dignità che merita. Saremo a vigilare che questo avvenga. Prima di tutto la tranquillità economica dei cittadini.”.

Anna Maria Citernesi