Un esperto esterno al Comune che si occupi di intercettare risorse economiche all’interno di un ufficio sviluppo del Comune il Movimento 5 Stelle interviene su questa sua idea consigliera comunale e portavoce Catia Giorni “avevamo proposto all’Amministrazione di servirsi di figure di euro progettisti, per costituire all’interno del nostro Comune un valido “Ufficio sviluppo”, capace di intercettare e di partecipare ai vari bandi europei Abbiamo sempre rimproverato in questi anni all’Amministrazione Cornioli di aver avuto poco coraggio nelle scelte operate e di essere stata poco propositiva: i risultati di questo sono purtroppo sotto gli occhi di tutti, ovvero una città immobile sotto ogni punto di vista”

sansepolcro catia giorni consigliera comunale portavoce movimento 5 stelle

Sansepolcro- Un esperto esterno al Comune che si occupi di intercettare risorse economiche all’interno di un ufficio sviluppo del Comune il Movimento 5 Stelle interviene su questa sua idea attraverso la consigliera comunale e portavoce Catia Giorni neanche poi tanto originale visto che diversi comuni lo hanno attivato. “Non si può fare” …quante volte nel corso di questi tre anni e mezza di amministrazione Cornioli” dice la Giorni “ci siamo sentiti rispondere in questo modo alle nostre proposte, sia dal Sindaco che da parte dei vari Assessori. Per fare un esempio ricordiamo quando, circa due anni fa, avevamo proposto all’Amministrazione di servirsi di figure di euro progettisti, per costituire all’interno del nostro Comune un valido “Ufficio sviluppo”, capace di intercettare e di partecipare ai vari bandi europei. Avevamo sottolineato come collaborare con queste figure di euro progettisti potesse essere a bassissimo costo per il Comune, in quanto si tratta di figure che sono inserite in delle “short list” a cui i Comuni possono accedere liberamente. Ci era stato risposto che questo era molto complicato, e che di fatto il Comune di Sansepolcro avrebbe potuto intercettare i vari bandi con le sue sole forze, senza far riferimento a persone esterne, qualificate e formate in questo. Ebbene, è notizia di questi giorni che alcuni Comuni italiani stanno invece avendo dei grandissimi risultati dalla collaborazione con queste figure, e dall’avere al loro interno un Ufficio sviluppo che funziona bene. Un bell’esempio a proposito è il Comune di Modena, che dal 1996 ha al suo interno un Ufficio impegnato proprio a intercettare e utilizzare al meglio i fondi europei. Da allora, non sol  non ha mai smesso di portare avanti  progetti vincenti con cui aggiudicarsi finanziamenti da investire sul territorio, ma ha anche insegnato ad altri Comuni e Province a fare altrettanto. Accogliamo inoltre con piacere quanto appreso pochi giorni fa, ovvero l’apertura dell’Ufficio Europa on Line da parte della Provincia di Arezzo, ufficio che sarà proprio impegnato nel reperimento dei fondi europei. Quella di Sansepolcro è sicuramente una realtà più piccola di queste, ma non mancano esempi di Comuni in Italia simili al nostro che hanno percorso questa strada. Certo, per farlo ci vuole determinazione, lungimiranza e la consapevolezza che, se non si hanno le forze interne, ricorrere a esperti può veramente fare la differenza. Abbiamo sempre rimproverato in questi anni all’Amministrazione Cornioli di aver avuto poco coraggio nelle scelte operate e di essere stata poco propositiva: i risultati di questo sono purtroppo sotto gli occhi di tutti, ovvero una città immobile sotto ogni punto di vista. Sansepolcro ha bisogno di un deciso cambio di passo, per poter tornare ad essere una città attrattiva e competitiva da tutti i punti di vista.”.

Anna Maria Citernesi