Scoperta dai carabinieri ambientali di Arezzo una discarica di rifiuti speciali provenienti da vari cicli produttivi a Santa Fiora nei pressi del fiume Tevere La discarica risale ad una quarantina di anni fa con interramento anche più recenti fino ad una ventina di anni fa L’area è stata posta sotto sequestro per ulteriori accertamenti, il reato ipotizzato è realizzazione e gestione di discarica non autorizzata

sansepolcro santa fiora nota azienda

Sansepolcro- Scoperta dai carabinieri ambientali di Arezzo una discarica di rifiuti speciali provenienti da vari cicli produttivi a Santa Fiora nei pressi del fiume Tevere, sotto una nota azienda biturgense. La discarica risale ad una quarantina di anni fa con interramento di rifiuti anche più recenti fino ad una ventina di anni fa, il che fa pensare che l’attività illecita di occultamento si proseguita nel tempo. Sono stati rinvenuti imballaggi in plastica, scarti di generi alimentari, pneumatici, blocchi di cemento, materiale ferroso in rottami ed altro materiale di scarto non identificabile a vista. L’area è stata posta sotto sequestro per ulteriori accertamenti, il reato ipotizzato è realizzazione e gestione di discarica non autorizzata cui si potrebbe aggiungere anche di inquinamento ambientale se le analisi chimiche e delle acque delle falde dovessero confermarlo. Decine di anni fa comportamenti illeciti come l’interramento di rifiuti speciali erano frequenti, le leggi c’erano anche all’epoca, meno dettagliate, ma spesso non venivano osservate ed i controlli effettuati.

Anna Maria Citernesi (non sono miei parenti)