Sabato anniversario morte Piero della Francesca ed anche quest’anno diverse manifestazioni, si presenta il restauro del Polittico di San Giovanni in Val d’Afra di Matteo di Giovanni, presso il Museo Civico Domenica, all’indomani del 527°, esibizione del “Coro Cantori del Borgo”

sansepolocro museo civico

Sansepolcro- Sabato ricorre l’anniversario della morte di Piero della Francesca, come noto avvenuta nel 1492, ed anche quest’anno ci sono diverse manifestazioni per celebrare la ricorrenza, si comincia alle 16.30, giorno del 527° anniversario della morte, e si presenta il restauro del Polittico di San Giovanni in Val d’Afra di Matteo di Giovanni, presso il Museo Civico. Alla cerimonia interverranno il sindaco Mauro Cornioli, l’assessore alla cultura Gabriele Marconcini, la direttrice del Museo Civico Maria Cristina Giambagli, Stefano Casciu, direttore del Polo Museale della Toscana, Felicia Rotundo, funzionario storico dell’arte della Soprintendenza di Arezzo, Siena e Grosseto e Giovanni Pennacchini, presidente della Fondazione Piero della Francesca. I saluti delle autorità saranno seguiti da due interventi a cura di Alessandro Angelini, che inquadrerà l’opera nel cotesto culturale in cui è stata creata e di Rossella Cavigli e Ciro Castelliche spigheranno i risultati e le ricerche del restauro della tavola. Saranno anche riposizionate le Pale dei Santi Pietro e Paolo, pannelli laterali del celebre Battesimo di Cristo di Piero. Il Comune, inoltre, comunica che il Museo Civico e la Casa di Piero della Francesca saranno aperti gratuitamente a cittadini e visitatori e che il Museo Civico sarà visitabile nella sola fascia mattutina. Al pomeriggio, infatti, sarà chiuso al pubblico per la cerimonia di presentazione. La Casa di Piero, invece, continuerà ad essere aperta a tutti gratuitamente per l’intera giornata. La serata sarà accompagnata da performance musicali a cura del Centro Studi Musicali della Valtiberina. In mattinata, alle 11, presso la Sala consiliare di Palazzo delle Laudi, tradizionale cerimonia di consegna del Premio intitolato a Dionisio Roberti, padre agostiniano di Sansepolcro, teologo, grande figura nella storia della letteratura italiana fra medioevo e umanesimo, amico di Francesco Petrarca e di Giovanni Boccaccio. Protagonisti i ragazzi delle scuole locali – 35 della secondaria di primo grado e 22 della secondaria di secondo grado – il cui impegno e dedizione allo studio vengono omaggiate dalle Autorità cittadine e dall’intera comunità di Sansepolcro. Il riconoscimento, infatti, viene assegnato ogni anno agli studenti che nel precedente anno scolastico hanno conseguito la votazione di 9 e 10 in terza media e di 100 e 100 e lode agli esami di maturità. Il premio consiste in una carta nominativa precaricata dell’importo di 105 euro per gli studenti delle medie e di 260 euro per quelli delle superiori, a tutti i premiati sarà inoltre consegnato un attestato di merito da parte dell’Amministrazione comunale. Alla cerimonia saranno presenti anche il sindaco Mauro Cornioli, l’assessore all’Istruzione Gabriele Marconcini e le autorità scolastiche. Domenica 13 ottobre, infine, all’indomani del 527° anniversario della morte di Piero della Francesca, alle 18 al Museo Civico è in programma l’esibizione del “Coro Cantori del Borgo” di Sansepolcro in “Gentili note a l’aere sparse”, concerto di musiche rinascimentali diretto da Franco Radicchia.

Anna Maria Citernesi