Progetto “scuola-lavoro” premiati gli studenti del Liceo artistico “Giovagnoli” All’Auditorium Fiere e Congressi la 24a edizione della Camera di Commercio

classe IVLBD

Sansepolcro- Premiazione ad Arezzo lo scorso 25 maggio presso l’Auditorium di Fiere e Congressi della classe IVLBDD indirizzo Design del gioiello e del tessuto del Liceo artistico “Giovagnoli” di Sansepolcro, coordinata e seguita dai professori Maria Inferrera (ndr che preferiamo come insegnante che personaggio impegnata in avventure “politiche”) e Leonardo Vinci, alla 24a edizione del progetto “scuola-lavoro” indetto dalla Camera di Commercio aretina. Riconoscimento e borsa di studio ottenuti dagli studenti dell’Istituto di Sansepolcro, sono stati consegnati, in presenza delle autorità scolastiche e imprenditoriali, dal presidente della Camera di Commercio, Andrea Sereni. La finalità del progetto era quella di creare un “ponte di collegamento” tra il mondo della scuola e quello del lavoro, coinvolgendo direttamente gli allievi in alcune realtà produttive del loro territorio di provenienza. Della durata di quasi un anno scolastico, ad esso hanno aderito  11 istituti secondari della provincia di Arezzo, 29 classi e 300 allievi, operanti in cinque differenti ambiti di intervento, fra cui quello della Ricerca e del Design che ha avuto come vincitori gli allievi dell’artistico di Sansepolcro. Gli studenti della classe Gioia Biagioni, Mosé Boncompagni, Alessandra Boschi, Agnese Checcaglini, Chiara Cipolloni, Angelica Dacia Di Bartolo, William Duguid Cox, Luca George Edwards, Nunzio Patrick Franco, Irene Lombardi, Anna Lorenzi, Margherita Sandelli, Ruben Santoru, Adnane Mohammed Talib, Marco Tifernati guidati dai loro insegnanti hanno progettato nuove decorazioni per i capi dell’Azienda di Sansepolcro, una preziosa realtà produttiva che realizza tessuti e oggetti per la casa, da coordinati per la tavola e per il bagno ad altre soluzioni che impreziosiscono ogni ambiente domestico, che esplicassero la “toscanità” nel tessile, con elementi appositamente pensati inerenti vari aspetti del paesaggio naturale e che costituissero una sorta di immediato richiamo alla Toscana e al territorio valtiberino. Durante la premiazione ad Arezzo gli stedenti hanno mostrato in un apposito stand le loro creazioni, supportate da un video che mostrava l’iter progettuale, dall’ideazione al prodotto finito. Motivata e creativa è stata la partecipazione degli stessi che hanno lavorato individualmente e in gruppo, come una vera squadra, uniti e responsabili in tutto il processo. L’adesione all’iniziativa della Camera di Commercio, ancor prima ed oltre il riconoscimento come miglior progetto nell’ambito della Ricerca e del Design, ha reso possibile il rapporto con il mondo dell’impresa tanto auspicato ad oggi e da tempo, ha orientato gli studenti verso un futuro lavorativo e li ha resi consapevoli che ideazione e saper fare, teoria e concretezza, creatività individuale e di gruppo, valorizzazione del patrimonio artigianale del territorio e invenzioni di nuovi ambiti, queste possono diventare caratteristiche fondamentali e vincenti nel mondo attuale.

Amc