Palio della Vittoria, ad Anghiari fine settimana di cultura, storia e sport tredicesima edizione della manifestazione

Anghiari-vista centro storico

Anghiari- Un fine settimana all’insegna della cultura, della storia e dello sport, si preannuncia ad Anghiari dove lunedì 29 giugno si volgerà la tredicesima edizione del Palio della Vittoria di Anghiari, il palio dell’era moderna, una singolare manifestazione che rievoca la celebre battaglia di Anghiari del 29 giugno del 1440, dipinta da Leonardo da Vinci nel Salone dei Cinquecento, che ridisegnò i confini della Toscana e con la quale Anghiari celebra la Toscana e la sua identità culturale, c’è il corteo dei gruppi storici che rappresentano i paesi del comprensorio che partecipano alla rievocazione, e c’è l’agonismo sportivo con la corsa di 1440 metri in salita, dalla Cappella della Vittoria fino a piazza Baldaccio, con la quale i corridori si contendono l’ambito palio realizzato dal Nuovo Liceo Artistico di Anghiari da offrire al proprio comune vincitore, che rappresentano per l’evento. Il Palio della Vittoria di Anghiari fu corso ininterrottamente dal 1441 fino al 1827, quando fu definitivamente soppresso a causa dell’ennesima rissa, che costò la vita ad un fantino, poi sporadiche ed incerte riprese tra la fine dell’ottocento e i primi decenni del novecento, nell’era moderna riparte nel 2003, ed è assunto nell’Albo delle Rievocazioni e Manifestazioni Storiche della Regione Toscana. La manifestazione si aprirà venerdì 26 giugno, alle 21, in via Mazzini il Convivio Medievale con armati e musici, sabato 27 e domenica 28 giugno animazione del centro storico con danze rinascimentali, mercato tradizionale, duelli di armati, balestrieri, antichi mestieri, di domenica mattina, alle 9, la camminata nei luoghi della battaglia, a conclusione un pranzo su prenotazione, alle 17, Torneo di Pallamano, alle 18.30, nella Chiesa di Sant’Agostino nell’abito della rassegna “la Battaglia in musica” il concerto “Battaglia tra due Strumenti Eguali”, viola da gamba Fabrizio Lepri ed Irene Cabra, alle 21, Benedizione del Palio e consegna del panno alla fanciulla. Lunedì 29 giugno, alle 18.30, sfilata dei Cortei del Palio, annuncio della Sfida, poi il Corteo aperto dal Sindaco e dal gigliato Gonfalone del comune di Anghiari con quelli degli altri Comuni del comprensorio, si dirigerà alla Cappella della Vittoria e, alle 20.15, lo sparo della bombarda darà il via all’epica sfida fra corridori, seguiranno la premiazione dei vincitori, la lotteria e la Cena della Vittoria nelle antiche mura con armati figuranti e corridori tutti.

Anna Maria Citernesi