Omicidio Dell’Omarino indagini isolato campione Dna non appartenente a Catia in caserma interrogate oltre cento persone Accertamento scientifico ed agenda la comparazione tra una ristretta cerchia

download

Sansepolcro- Da fonti investigative arriva la notizia di conferma che le analisi di laboratorio hanno isolato un campione di Dna non appartenente alla quarantenne ammazzata e che dunque potrebbe essere riconducibile all’assassino. Il campione dovrà essere confrontato con quelli appartenenti a persone che in quella serata abbiano avuto contatti diretti con Catia Dell’Omarino, una ristretta cerchia. Una volta raccolti i campioni saranno inviati allo stesso laboratorio per la comparazione. Se tutto andrà a buon fine, se attraverso l’esame del Dna il colpevole sarà assicurato alla giustizia, saremo difronte a un altro successo di quella che è ormai diventata la tecnica investigativa predominante, nella quale l’accertamento scientifico riveste ancora più importanza delle tradizionali indagini sul campo. Per la ricerca di chi nella notte dell’omicidio può essere entrato in contatto con Catia in un modo o nell’altro, fondamentale l’agenda con cui la donna si era appuntata nomi e telefoni, grazie a questa in caserma sono state già interrogate oltre cento persone, residenti tra Sansepolcro, San Giustino umbro e la frazione di Selci Lama.

Amc La Nazione