Museo civico affidamento servizi museali società esterna Dal febbraio ad oggi 37% in più di visitatori negli ultimi otto anni Sindaco “L’immagine del Civico si sta rafforzando, aspetto fondamentale per il rilancio della nostra cultura e della nostra città. Rivolgo i miei auguri di buon lavoro allo staff” assessore Marconcini “un progetto di rilancio concreto, che guarda anzitutto alla qualità”

presentazione conferenza

Sansepolcro- Svolta storica nell’ambito della gestione delle attività all’interno del Museo civico di Sansepolcro. A giocare un ruolo fondamentale nelle scelte dell’Amministrazione, che con la determina numero 275 del 2 novembre ha ufficialmente sancito l’affidamento dei servizi museali ad una società esterna, titolare del servizio Opera Laboratori Fiorentini Spa, società che gestisce decine di realtà museali in tutta Italia, dalla Galleria degli Uffizi agli scavi di Pompei. La collaborazione in questa fase avrà la durata di tre anni, ed è stato proprio il grande successo ottenuto dagli eventi espositivi organizzati al Museo civico da Civita Mostre, del cui gruppo Opera Laboratori fa parte, che in questi mesi hanno fornito spunti importanti per l’elaborazione di un modello gestionale su misura. Dal febbraio ad oggi, il Museo ha fatto registrare un 37% in più di visitatori sull’analogo periodo degli ultimi otto anni. Tanto per intendersi, nel dettaglio dei dati riportati alla conferenza presentazione di stamane a palazzo delle Laudi, da febbraio a novembre gli accessi totali sono stati 38.364 rispetto ai 29.300 del 2016 o ai 27.387 del 2015. Notevoli benefici si registrano anche per le varie conferenze/iniziative che periodicamente si svolgono all’interno delle sale museali, e più in generale per la percezione del patrimonio culturale biturgense da parte di cittadinanza e visitatori. “Il Museo sta crescendo, Sansepolcro crede sempre più nella sua vocazione culturale e turistica, il cambiamento sta pian piano avanzando”, dichiara il sindaco Mauro Cornioli “Il dato del 37% in più di visitatori è importante Sulla scia dei grandi risultati ottenuti in questa fase ‘beta’,” conclusasi la fase di sperimentazione “il nostro obiettivo sarà quello di migliorare il trend apportando perfezionamenti e sviluppando nuove proposte. L’immagine del Civico si sta rafforzando, e questo è un aspetto fondamentale per il rilancio della nostra cultura e della nostra città. Rivolgo i miei auguri di buon lavoro allo staff di Opera Laboratori.”. La direzione del Museo civico rimane del Comune che verrà affiancato da un Comitato scientifico che l’ente stesso sta provvedendo a comporre con il coinvolgimento di esperti e personalità di caratura internazionale. La gestione esterna riguarderà dunque i servizi di biglietteria, bookshop, pulizia e sorveglianza delle varie sale, oltre all’organizzazione di mostre ed eventi culturali di livello. “L’aspetto su cui stiamo lavorando – sottolinea l’assessore alla Cultura Gabriele Marconcini – è quello di innalzare qualitativamente l’offerta del Museo, e questo può avvenire anche andando incontro a pubblici e sensibilità diverse. Il Museo, sede dei capolavori immortali di Piero della Francesca, sta un passo alla volta accantonando la dimensione un po’ statica del passato per aprirsi ai turisti, ai visitatori, agli studiosi, alla città e al contesto esterno. Questo nuovo modello di gestione rappresenta senza dubbio il giusto compromesso per un progetto di rilancio concreto che prima dei grandi numeri, seppure ottimi, guarda anzitutto alla qualità.”

A.M.C.