Mura urbane “Tra il bastione di Santa Lucia e gli orti di Santa Chiara: la valorizzazione di un tratto del circuito murario di Sansepolcro” approvato progetto intervento per 250 mila euro entro 2018

images

Sansepolcro- l’Amministrazione comunale ha approvato il progetto definitivo “Tra il bastione di Santa Lucia e gli orti di Santa Chiara: la valorizzazione di un tratto del circuito murario di Sansepolcro” del servizio Urbanistica ed Edilizia privata del comune di Sansepolcro, per la riqualidficazione e la valorizzazione della antiche mura urbane mediceo-malatestiane, la spesa di 248.134 euro potrebbe essere finanziata con fondi regionali per 198.507 euro, il Comune partecipa al bando della Regione Toscana, in attuazione della Legge regionale toscana 46 del 2016, per la concessone di contributi per la valorizzazione del patrimonio storico e culturale della Toscana, con particolare riferimento alle “mura storiche e agli edifici in esse inglobati o ad esse connessi, alle torri e ai castelli, mediante ripristino dell’accessibilità dei luoghi e la creazione di percorsi culturali” e con vendita beni per 46.626 euro. L’importo complessivo del progetto, sulla base di quanto stabilito dal bando, approvato con Decreto Dirigenziale 863 del 2016, bando pubblicato sul Burt lo scorso settembre, può essere finanziato dalla Regione Toscana fino all’80% essendo il restante 20% a carico del Comune, quale quota di cofinanziamento da garantire per la partecipazione al bando “Città murate della Toscana”. Il Regolamento urbanistico individua il tratto di mura urbane compreso tra porta del Ponte ed il bastione di Santa Lucia quale area attualmente inutilizzata e interdetta all’uso pubblico da recuperare e valorizzare per finalità di interesse pubblico sociali e culturali, in particolare per l’area il Regolemento urbanistico prevede un riutilizzo ad orti urbani e verde pubblico, anche attraverso la realizzazione di accessi ed un percorso pedonale anche per disabili ed il restauro e valorizzazione delle strutture difensive presenti sul bastione di Santa Lucia, la suddetta area risulta di proprietà dell’ex Collegio Regina Elena attualmente Inps e quindi di un ente pubblico con il quale il Comune ha già concordato per la stessa area la stipula di un apposito contratto in comodato d’uso dell’area in questione che sarà formalizzato prima dell’inizio dei lavori di realizzazione del progetto, la volontà dell’Amministrazione comunale quindi è quella di intervenire concretamente da subito per la valorizzazione delle pregevoli mura urbane. La nuova Amministrazione comunale procederà per stralci successivi, reperendo finanziamenti da bandi sovra comunali con interventi sul sistema murario e le aree verdi interne e limitrofe. Entro il 2018 per questo intervento. Per quanto riguarda le porte di accesso alla città la zona che più necessita di interventi è proprio quella di porta Fiorentina, alla quale quindi verrà apportata una riqualificazione generale a partire dall’area del bastione.

Anna Maria Citernesi