Movimento 5 Stelle interrogazione riprese audio-visive sedute Consiglio comunale

sansepolcro- palazzo delle laudi

Sansepolcro- Il Movimento 5 Stelle vuole che l’Amministrazione spenda per acquistare una telecamera e realizzare le riprese audiovisive delle sedute del Consiglio comunale, ha presentato un’interrogazione che sarà discussa nel Consiglio comunale di fine mese, le considera “un importantissimo strumento di trasparenza e partecipazione alla vita politica del proprio Comune.” era stata approvata all’unanimità una loro mozione ma il sindaco Mauro Cornioli ha già detto che non avrebbe dato seguito all’indirizzo per la scorrettezza di alcuni consiglieri comunali che avrebbero inevitabilmente utilizzato in modo improprio, strumentalizzando alcuni passaggi a discapito di altri, per sapere come si svolgono i lavori consiliare il modo più semplice e veritiero è seguire le sedute consiliari, le riprese audio-visive, in effetti l’efficacia di questi strumenti è dubbia, tuttavia ed inoltre “la Commissione Regolamenti” ripotano dal Movimento 5 Stelle “è arrivata a redigere il relativo Regolamento che è stato poi approvato nella seduta del 19 luglio 2017. Un testo semplice, immediato, che speravamo potesse diventare subito operativo, visto che per la sua attuazione è necessaria una strumentazione semplice e assolutamente non dispendiosa per le casse comunali. Eravamo convinti che, con un Regolamento del genere, massimo a settembre-ottobre le riprese dei consigli sarebbero state disponibili per tutti i cittadini che lo desiderassero. Invece da quella data sono passati quasi 6 mesi e non ci è giunta nessuna notizia di avanzamento dei lavori, anzi: tutte le volte che lo abbiamo richiesto in modo informale, ci sono state date risposte vaghe. Riteniamo che il compito di una forza d’opposizione, come la nostra, non sia solo quello di presentare atti, ma soprattutto di adoperarsi affinché, una volta approvati, diventino operativi, e seguire quindi tutto l’iter necessario per arrivare a questo. E questo impegno e fermezza lo stiamo mettendo e lo metteremo sempre in tutte le questioni che ci vedono coinvolti.” a questo Movimento hanno pubblicato un vecchio comunicato, anche sessista, Catia Giorni consigliere invece che consigliere ma forse per necessità di sintetizzare, su La Nazione Arezzo, riguarda la mozione approvata all’unanimità sulla Tari e il tasso di morosità interfaccia, allora oggi ne hanno inviato un altro nuovo, per sostenere i lavori dell’addetto stampa del Sindaco, forse hanno paura che lo cambiano, le associazioni addirittura spediscono i loro comunicati tramite l’addetto stampa del sindaco tale è la psicosi a Sansepolcro!. E’ logico che se cambiano sindaco ed amministrazione cambia anche l’addetto stampa, ci sarà di nuovo speranza per tutti, una ridda di speranze, del resto hanno preso il citto del Gambacci a San Giustino umbro hahaha! hanno mandato in pensione il Patti anche come giornalista, il Roselli pare meno frustrato ora che hanno tolto tutti per fare spazio al citto del Gambacci sul Corriere e per far fare “carriera” al Roselli si sente la stampa! e comunque c’è prima quello fisso, raccomandato con il babbo prima dell’UdC ed ora di Forza Italia, e poi c’è da considerare anche che quando raggiunge telefonicamente la Catia però non capisce cosa dice la capogruppo dei Grillini lo ha riferito anche in assise, ed i concorsi del Comune, l’ultimo è stato come quello per mantenere la Minore! hahaha, che per l’autolesionista Pd spiccava come tassa di scopo ed ha lavorato così bene che la sconfitta è stata schiacciante, sono ridicoli.

Anna Maria Citernesi