Mostra “Monterchi…. Punti di vista” prorogata per il periodo pasquale

monterchi- veduta 2

Monterchi- La mostra “Monterchi…. Punti di vista” prorogata per il periodo pasquale. Gli scatti realizzati dai “maestri” della fotografia, che ritraggono gli scorci più suggestivi di Monterchi, sono visibili al pubblico in una mostra allestita nella Sala della Madonna del Latte, all’interno del Museo che ospita anche il celebre capolavoro di Piero della Francesca, la Madonna del Parto. L’inaugurazione si era tenuta il 18 dicembre scorso e la mostra avrebbe dovuto restare aperta fino al 7 febbraio scorso. “L’interesse del pubblico è stato davvero molto alto – racconta con soddisfazione Nedo Baglioni, presidente dell’Assocciazione Fotografi di Confartigianato Imprese Arezzo – tanto che è stata l’amministrazione comunale di Monterchi a chiederci di prorogare la mostra, che resterà aperta fino al 31 marzo. Sarà un’occasione in più per mostrare le opere dei nostri fotografi, non solo durante il periodo natalizio, ma anche durante quello pasquale. Un periodo nel quale sono frequenti le gite familiari ma anche quelle delle scolastiche, tutte occasioni per poter ammirare la Madonna del Parto e gli scatti più suggestivi di Monterchi ritratti dai nostri fotografi.”. “Oltre 2000, negli ultimi due mesi, gli ingressi al Museo della Madonna del Parto – sottolinea l’assessore alla Cultura comune di Monterchi Silvia Mencaroni – e i nostri visitatori hanno potuto ammirare non solo una delle opere più importanti del Rinascimento italiano, ma anche una mostra dedicata a Monterchi, alla bellezza del territorio e alla valorizzazione delle eccellenze. L’8 marzo, in occasione della festa della donna, il Museo riserva l’ingresso gratuito a tutte le signore con orario continuato dalle 9,00 alle 17,00. Un’opportunità quindi, all’insegna della cultura e del rispetto del ruolo femminile, per coniugare una visita alla Madonna del Parto e alla mostra “Monterchi punti di vista”. Ricordo che dalla settimana di Pasqua l’orario del Museo sarà 9,00-13,00 / 14,00-19,00. L’amministrazione comunale coglie l’occasione per ringraziare tutti i fotografi di Confartigianto e la coordinatrice del progetto Gigliola Fontani per la realizzazione e collaborazione di questa mostra.”. La mostra su Monterchi fa seguito ad altre fortunate esposizioni, che hanno avuto come teatro altri borghi ricchi di fascino e di bellezza come Montemignaio, Monte San Savino, Bucine, Caprese Michelangelo, Civitella in Val di Chiana, Lucignano e Loro Ciuffenna, e Ortignano Raggiolo. L’idea, che ancora una volta si è rivelata vincente, è nata alcuni anni fa dalla volontà dell’Associazione Fotografi di Confartigianato Imprese Arezzo in collaborazione con il Comune che di volta in volta viene prescelto, e la Camera di Commercio, con l’obiettivo di esaltare le qualità artistiche dei fotografi di tutta la provincia e documentare la straordinaria bellezza ambientale e storico-culturale di tante parti della provincia di Arezzo. Questa edizione della mostra è stata realizzata in collaborazione anche con una banca del territorio, che come sempre ha aderito con interesse ed entusiasmo all’iniziativa.

A.M.C.