L’Unione dei Comuni ha deciso di spostare la sede dell’Ufficio Turistico comprensoriale dal piano terra di Palazzo Aggiunti in via Matteotti in piazza Torre di Berta perplesso il Movimento 5 Stelle di Sansepolcro. “Il nostro gruppo” dice Catia Giorni consigliera comunale e portavoce del movimento “ha presentato un’interrogazione, che verrà discussa nel Consiglio comune dell’8 dicembre, sulla volontà da parte dell’Unione dei Comuni, che ha anche il placet della nostra Amministrazione”

sansepolcro ufficio turistico comprensoriale

Sansepolcro- L’Unione dei Comuni ha deciso di spostare la sede dell’Ufficio Turistico comprensoriale dal piano terra di Palazzo Aggiunti in via Matteotti in piazza Torre di Berta perplesso il Movimento 5 Stelle di Sansepolcro. “Il nostro gruppo” dice Catia Giorni consigliera comunale e portavoce del movimento “ha presentato un’interrogazione, che verrà discussa nel Consiglio comune dell’8 dicembre, sulla volontà da parte dell’Unione dei Comuni, che ha anche il placet della nostra Amministrazione, di spostare la sede dell’Ufficio Turistico da Via Matteotti a uno dei locali attualmente sfitti di Piazza Torre di Berta. Questa decisione viene motivata nella relativa delibera di giunta con il fatto che l’attuale ubicazione non permette la giusta visibilità all’Ufficio Turistico, mentre la nuova sede, al centro di Piazza Torre di Berta, sarebbe molto più adatta e attrattiva. C’è però un elemento molto importante da considerare: mentre adesso lo spazio dove si trova l’Ufficio turistico (Palazzo Aggiunti) è di proprietà comunale, la nuova locazione è di proprietà privata, e quindi il nostro Comune dovrà pagare un canone di locazione. Nella delibera, viene indicato dove saranno prese le risorse necessarie per pagare il canone, ovvero dall’avanzo di amministrazione: e questo è ovviamente lecito e anche condivisibile. Ci rimangono però altre domande, che abbiamo infatti posto all’Amministrazione nell’interrogazione da noi presentata: prima di tutto, se prima di compiere questa scelta siano state valutate altre possibilità, magari considerando altri spazi che erano di proprietà pubblica e che quindi non avrebbero comportato un’ulteriore spesa per le casse comunali. Rimane poi un’altra importante questione, ovvero a cosa saranno destinati i locali di Palazzo Aggiunti dove attualmente si trova l’Ufficio turistico, visto che comunque si tratta di locali spaziosi e dotati di ottima visibilità, trovandosi proprio davanti a Palazzo delle Laudi. Il nostro gruppo si è espresso più volte sulla necessità di rivitalizzare la Piazza, ovvero il cuore della nostra città, e certamente portarvi l’Ufficio turistico potrebbe essere un buon modo per farlo. Prima però di esprimere giudizi su questa operazione, riteniamo giusto avere tutte le informazioni in merito, informazioni che poi ovviamente riferiremo alla cittadinanza, come abitualmente facciamo.”.

Anna Maria Citernesi