Lavori di manutenzione straordinaria sono dispiegati con maggiore regolarità di quanto accadeva con le precedenti amministrazioni, attualmente sono in corso in via Bartolomeo della Gatta Un intervento più consistente riguarda viale dei Barsanti e la rotatoria di San Lazzaro

sansepolcro consigliere comunale forza italia tonino giunti

Sansepolcro- Lavori di manutenzione straordinaria sono dispiegati con maggiore regolarità di quanto accadeva con le precedenti amministrazioni, con i soldi per le strade ci facevano altre cose, attualmente sono in corso in via Bartolomeo della Gatta. Nel tratto tra via Ghezzi e via Vigo si stanno svolgendo lavori di risanamento del sottofondo, ripavimentazione con conglomerato bituminoso tappeto e rifacimento della segnaletica orizzontale, l’importo è di 14.324,40 euro. In via dei Banchetti, invece, si stanno effettuando scavi, posa tubazioni corrugate, ripristini, ed altri interventi propedeutici all’eliminazione di interferenze aeree con la nuova viabilità di collegamento al nuovo ponte sul fiume Tevere, l’importo è di 38.913,24 euro. Un intervento più consistente riguarda viale dei Barsanti e la rotatoria di San Lazzaro con il risanamento sottofondo e la ripavimentazione con conglomerato bituminoso tappeto, oltre al rifacimento della segnaletica orizzontale. L’importo è di 41.685,71 euro, per viale Barsanti riasfaltatura. “Le opere mirano a conservare lo stato e la fruibilità delle strade e della segnaletica con l’obiettivo di garantire maggiore sicurezza per i cittadini” rende noto l’assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Marzi “Questa amministrazione, da sempre contraria agli asfalti pre elettorali, sta dimostrando coi fatti che è possibile ottenere risultati importanti attraverso una programmazione attenta e costante. Anche in questo ultimo anno e mezzo di lavoro, come durante tutto il nostro mandato, continueremo a rivolgere massima attenzione verso la manutenzione delle strade di tutto il territorio cittadino.” l’importo complessivo è di 95 mila euro, una discreta cifra anche questa volta.

Anna Maria Citernesi