La Frullani è come il lupo torna all’attacco politica vendite immobili terreno in via San Gallo e complesso “Poggio alla Fame” Al crepuscolo mancano 800 mila euro per vecchio progetto secondo ponte sul Tevere

Sansepolcro- palazzo delle Laudi scorcio 2

Sansepolcro- Le aste sono sempre andate deserte e a maggior ragione probabilmente l’esito sarà questo anche questa volta, il lupo perde il pelo ma non il vizio, dopo gli anni di politica fallimentare di vendite immobili del Comune l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniela Frullani torna all’attacco con un ennesimo tentativo, crepuscolare, di vendita sia del terreno edificabile della lottizzazione in via San Gallo sia del complesso immobiliare, col passare del tempo sempre più degradato, di “Poggio alla Fame”, per racimolare gli 800 mila euro accollati dalla Regione, sarebbe la compartecipazione del Comune, al nostro Ente comunale per finanziare un vecchio progetto di secondo ponte sul Tevere. La seconda riproposizione, la prima a luglio dello scorso anno, della vendita del terreno edificabile in via San Gallo, sta volta vede il prezzo a base d’asta determinato in 715.500 euro, per “Poggio alla Fame” siamo alla terza riproposizione della vendita in un solo anno, a gennaio, a luglio ed ora anche per Natale, sta volta il prezzo a base d’asta determinato, in aumento, di 520 mila euro, in località Paradiso, lungo la strada comunale che sale verso Misciano il complesso è composto da una “casa padronale”, un annesso agricolo, pozzo, cisterna e terreno circostante per una estensione complessiva di oltre 9 ettari (ormai in gran parte da bonificare) stanco ritornello che ripetono dal Comune.

Anna Maria Citernesi