Iniziativa dell’Associazione Cultura della Pace di Sansepolcro per documentare il momento storico di pandemia, ha realizzato il Progetto “segnalEtica” foto di Riccardo Lorenzi, persone e personaggi rappresentativi del “territorio”

sansepolcro

Sansepolcro- Iniziativa dell’Associazione Cultura della Pace di Sansepolcro per documentare il momento storico di pandemia, ha realizzato il Progetto “segnalEtica”, con foto di Riccardo Lorenzi, fotografando persone e personaggi rappresentativi del “territorio”, negli ambienti svuotati dalle disposizioni governative. Uomini di culto, della cultura, dello sport, studenti o giovani lavoratori, appartenenti a etnie, religioni, nazionalità diverse, si sono ritrovati a vivere una situazione di distanziamento sociale, senza parole e senza contatti, ma, contemporaneamente, con il desiderio forte di ricominciare, indicando una nuova strada, per ricostruire ciò che è andato distrutto e rinsaldare un tessuto sociale costretto all’isolamento. Un segnale utile, rappresentato dai colori della mascherina (realizzata grazie all’aiuto della Famiglia Inghirami e dell’amica Raffaella Serafini), per percorre un tratto di strada che si apre davanti a noi e che non potremo permetterci di fare da soli o senza una dovuta consapevolezza. Ogni giorno, sarà pubblicata, nei canali ufficiali dell’Associazione, una foto, sarà un appuntamento quotidiano che ci accompagnerà fuori da questa emergenza, facendoci ricordare quello che è stato e cercando di dare un messaggio di speranza. Una segnaletica utile a vivere in modo diverso, più autentico, più solidale, più nonviolento e pacifico.

Anna Maria Citernesi