Il turismo a Sansepolcro registra ancora segno positivo a parere dell’Amministrazione comunale che ha diramato i dati ufficiali della Regione Il 2018 ha fatto registrare un nuovo aumento dei flussi turistici verso la città di Piero della Francesca Al Museo Civico hanno fatto ritorno dalla mostra all’Ermitage di San Pietroburgo il San Giuliano ed il San Ludovico del Polittico della Misericordia che sarà possibile ammirare assieme alle altre opere, di nuovo ed anche gratuitamente per la Notte dei Musei

sansepolcro- museo civico

Sansepolcro- Il turismo a Sansepolcro registra ancora segno positivo a parere dell’Amministrazione comunale che ha diramato i dati ufficiali della Regione. Nè la chiusura della E45 ha pesato in negativo sulla situazione. Nei giorni scorsi la Regione Toscana, infatti, ha diramato i dati ufficiali elaborati dal “Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica” su base Istat. Il 2018 ha fatto registrare un nuovo aumento dei flussi turistici verso la città di Piero della Francesca, migliorando ulteriormente l’importante trend positivo registrato nel 2017. Rispetto al report dell’anno precedente, gli arrivi sono ulteriormente cresciuti del +8,4% (da 27.490 a 29.812) e le presenze del +9,5% (da 60.723 a 66.468). Per quanto riguarda le presenze, l’aumento più significativo alla voce relativa al turismo straniero, per il quale gli uffici regionali comunicano un +12% (da 22.652 a 25.375) al quale va ad aggiungersi il +7,9% del turismo italiano (da 38.071 a 41.093). Dati confortanti anche dagli arrivi, dove per gli italiani si registra una crescita del 12,1% (da 19.094 a 21.045); segno positivo anche per gli stranieri, seppure con percentuale modesta, con un +0,1% (da 8.396 a 8.407). Al Museo Civico hanno fatto ritorno dalla mostra all’Ermitage di San Pietroburgo il San Giuliano ed il San Ludovico del Polittico della Misericordia di Piero della Francesca che sarà possibile ammirare assieme alle altre opere, di nuovo ed anche gratuitamente per la Notte dei Musei, dalle 21 sabato.

Anna Maria Citernesi