Il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli rende noto uffici di prossimità del Casentino e della Valtiberina saranno a disposizione dei cittadini Il progetto è un esperimento nazionale, i tribunali si avvicinano alle zone più lontane dal capoluogo

sansepolcro- sindaco mauro cornioli

Sansepolcro- Il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli rende noto che giusto il tempo di formare il personale e attivare le postazioni per collegarsi agli archivi telematici del tribunale e gli uffici di prossimità del Casentino e della Valtiberina saranno a disposizione dei cittadini. Regione Toscana, Corte di appello di Firenze, Tribunale di Arezzo, Ordine degli avvocati e le due Unioni montane dei Comuni del Casentino e della Valtiberina toscana hanno firmato ieri mattina a Poppi e Sansepolcro il protocollo d’intesa che da avvio al progetto portato avanti assieme al Ministero della giustizia. Il progetto è un esperimento nazionale. Tre Regioni – Toscana, Piemonte e Liguria – stanno infatti portando avanti altrettanti azioni pilota, che serviranno poi a definire un modello valido per tutta Italia. La Regione mette a disposizione la parte informatica, l’arredamento dei locali e la formazione. Al momento sono quindici i Comuni della regione hanno aderito. Valtiberina e Casentino arrivano subito dopo Firenze e Empoli, che hanno aperto i loro uffici a dicembre. Grazie agli uffici di prossimità i tribunali si avvicinano alle zone più lontane dal capoluogo. Gli sportelli permetteranno infatti ai cittadini di avere un punto di contatto a cui rivolgersi, dove potranno richiedere un’autorizzazione al giudice tutelare o un’autorizzazione per il rilascio di documenti validi per l’espatrio, potranno inoltrare le pratiche per l’amministrazione di sostegno, richiedere la nomina di un curatore speciale o inoltrare la richiesta per gli affidi dei minori. Agli uffici di prossimità si potrà richiedere anche consulenze e supporto sugli istituti di protezione giuridica e ottenere assistenza per altri servizi di volontaria giurisdizione che non richiedono l’ausilio di un avvocato. Tutti coloro che necessiteranno di amministratori di sostegno, tutele, curatele o che dovranno comunque affrontare procedimenti dove le parti stanno in giudizio senza l’ausilio di un legale potranno quindi risolvere le pratiche nell’ufficio di Poppi o di Sansepolcro senza più essere obbligati ad andare ad Arezzo, dove da qualche anno è stato trasferito l’ufficio del Giudice di Pace.

A.M.C.