Il ponte Puleto, non è più a rischio crollo, ancora qualche mese di cantiere, e poi il viadotto riaperto al transito ordinario La perizia disposta dal Gip è stata finalmente depositata, il procedimento giudiziario può proseguire, battaglia probabile tra Procura e difesa degli indagati

valtiberina toscana e45 viadotto ponte puleto

Valtiberina Toscana- Il ponte Puleto, poco più di cento metri di E45 nel tratto Verghereto, non è più a rischio crollo, ancora qualche mese di cantiere per i lavori di consolidamento e  manutenzione straordinaria, e poi il viadotto dovrebbe essere riaperto al transito ordinario, anche dei camion superiori alle 30 tonnellate. La perizia disposta dal Gip è stata finalmente depositata. Decine e decine di pagine, anche con grafici e numeri, sulla situazione del viadotto sequestrato a gennaio per pericolo di crollo del ponte Puleto. Il procuratore Roberto Rossi aveva disposto il sequestro del viadotto a seguito della relazione dei suoi consulenti con la quale certificavano un forte pericolo per la staticità del ponte, il cantiere è rimasto fermo da marzo a maggio per non ostacolare la perizia dell’ingegnere incaricato dal Gip nell’inchiesta giudiziaria che vede indagati per omessa manutenzione dirigenti regionali di Anas, che aveva chiesto ed ottenuto l’incidente probatorio. La verità tra le righe della perizia, il procedimento giudiziario può proseguire, battaglia probabile tra Procura e difesa degli indagati.

Anna Maria Citernesi