Il merletto italiano candidato “patrimonio immateriale dell’umanità” amministrazione Frullani e associazione “Merletto nella città di Piero” aderiscono alla proposta del comune di Bolsena

download

Sansepolcro- Evviva il merletto! Il merletto italiano si candida per il riconoscimento di “patrimonio immateriale dell’umanità” e l’amministrazione Frullani aderisce alla proposta del comune di Bolsena volta a porre in essere tutte le azioni necessarie al fine di presentare la candidatura, è giunta anche l’adesione di massima dell’associazione di Sansepolcro “Merletto nella città di Piero” che peraltro ha tra i propri obiettivi prioritari quello di trasmettere alle nuove generazioni l’arte del merletto, è positivo ricordare che tale adesione non comporta alcun impegno economico per il Comune, il Sindaco di Bolsena ha informato il nostro Comune in merito alle iniziative per candidare il merletto italiano per il riconoscimento ed è imminente una convention che si terrà sull’argomento a Bolsena con la partecipazione di studiosi qualificati ed al quale è invitato anche il comune di Sansepolcro, di tale progetto è referente nazionale la professoressa Maria Vittoria Ovidi presidente di “Bolsena ricama”, anche Sansepolcro è sede di tradizionali e rinomate manifatture di tombolo e vanta una lunga tradizione in questo tipo di lavorazione, aderire all’iniziativa per l’Amministrazione comunale potrebbe portare sia benefici per il territorio, il turismo e la valorizzazione della cultura locale sia una ricaduta occupazionale che potrebbe avere risvolti positivi per le imprese femminili, ma non solo poichè ci sono anche molti maschi dediti al ricamano, anche a mano, oggi l’arte del merletto non è più per vecchio retaggio solo appannaggio delle donne che la insegnano alle loro bambine di casa, tutto ciò senza dimenticare, inoltre, che anche per svecchiare e rinverdire, il settore, il prossimo anno torna la Biennale Internazionale del Merletto dell’associazione Centro Culturale di Sansepolcro.

Anna Maria Citernesi