Giunta comunale approvato rimodulazione scadenze tributaria, triennio 2020/2022 istituzione e utilizzo fondo vincolato in favore aziende artigianali e commerciali esposte alla crisi finanziaria ed economica

sansepolcro giunta sindaco

Sansepolcro- La Giunta comunale ha approvato la rimodulazione di alcune scadenze di natura tributaria, in linea con le disposizioni impartite dai vari Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ritenendo necessario intanto assumere dei provvedimenti come prime misure, riservandosi di intervenire successivamente studiano qualsiasi soluzione possibile per superare gli inevitabili riflessi della crisi economica sui bilanci comunali. Quando saranno più definite le misure del Governo il sindaco Mauro Cornioli valuterà se aprire un confronto con le opposizioni utile alla nostra collettività. Sempre nella seduta di ieri, la Giunta ha deliberato per il triennio 2020/2022 l’istituzione e l’utilizzo di un fondo vincolato alla concessione di contributi economici in conto interessi in favore delle locali aziende artigianali e commerciali aventi sede nel Comune ed esposte alla crisi finanziaria ed economica in atto. Nei prossimi giorni, l’avviso sarà consultabile e scaricabile dal sito internet del Comune. Ed ecco il dettaglio della rimodulazione delle scadenze. Servizi scolastici: la quota contributiva per i nidi dell’infanzia comunali non verrà addebitata per tutto il periodo di chiusura della struttura, servizio di refezione scolastica: slitta al 31 maggio, in luogo del 20 aprile, il pagamento dei pasti forniti nei mesi di gennaio e febbraio, tariffa rifiuti Tari: ferma restando la possibilità di pagamento in più rate piuttosto che in un’unica soluzione, le tempistiche, che saranno fissate in occasione della prossima approvazione delle tariffe non prevedono scadenze prima del 31 maggio, tassa occupazione spazi ed aree pubbliche Tosap Permanente e dell’imposta sulla pubblicità Icp Permamente: i pagamenti sono stati differiti al 31 maggio, il recupero dell’Imu/Tasi/Tari, posto in essere all’Amministrazione comunale, è sospeso almeno fino al 30 giugno, nel frattempo è stata concessa al Servizio Tributi la possibilità di rimodulare, su richiesta, piani di rateizzazione già concordati con i contribuenti.

Anna Maria Citernesi