Fiera del bestiame prima edizione Gran Premio della Fattrice Chianina presidente Unione dei Comuni Alberto Santucci “Abbiamo organizzato questo evento in tempi molto brevi, ma il risultato finale è valso il sacrificio. La nostra chianina miglior prodotto d’eccellenza del territorio” Giornata Equestre domani

fiera del bestiame

Sansepolcro- Fiera del bestiame a Sansepolcro per la prima edizione del Gran Premio della Fattrice Chianina premiazione dei migliori esemplari di Chianina allevati dalle aziende agricole del territorio. La tradizionale fiera dell’agricoltura è in corso al Centro Fiere e Servizi ex foro boario e la tradizionale Fiera del Bestiame è anch’essa organizzata dall’Unione Montana dei Comuni della Valtiberina in parallelo alle moderne Fiere nel centro storico di Sansepolcro. I primi due giorni di manifestazione sono stati caratterizzati da un importante viavai di agricoltori, allevatori, scolaresche e semplici visitatori che hanno potuto ammirare come ogni anno i migliori capi di bestiame del territorio raccolti all’interno degli spazi di via Scarpetti. Grande successo per la prima edizione del Gran Premio della Fattrice  Chianina, iniziativa promossa dall’Unione dei Comuni allo scopo di valorizzare una delle grandi eccellenze del territorio. “Abbiamo organizzato questo evento in tempi molto brevi, ma il risultato finale è valso il sacrificio – ha commentato il presidente dell’Unione dei Comuni Alberto Santucci – si tratta di un settore molto importante che coinvolge svariate realtà sia nei comuni montani che in quelli del fondovalle. La nostra chianina, che vive brada per sei mesi all’anno, è forse il miglior prodotto d’eccellenza del territorio. Portiamo dunque avanti questa scommessa puntando ad avere una filiera completa e un prodotto ancor più genuino e di qualità. Un ringraziamento a tutti i partecipanti e in particolare all’azienda agricola Valentino Gori di Rofelle, vincitore di questa prima edizione, il cui splendido esemplare ha tenuto alto il nome del Comune di Badia Tedalda.”. Svoltasi all’interno del centro conferenze, la cerimonia di premiazione ha visto la partecipazione degli studenti degli Istituti Forestali di Pieve e Le Capezzine. Qui l’apposita giuria di esperti ha esposto i diversi criteri di valutazione che hanno portato alla composizione della seguente graduatoria: 1° classificato Gori Valentino (Rofelle, Badia Tedalda), 2° classificato Locci Odoardo (Motina, Anghiari), 3° classificato Alessandrini Cesare (Mezzavia, Anghiari), 4° classificato La Ginestra Polverini Marcello (Gragnano, Sansepolcro), 5° classificato Innocenti Adamo e figli (Sede di Sansepolcro), 6° classificato Innocenti Adamo e figli (Sede di Pieve S. Stefano). In attesa della chiusura della manifestazione con le tradizionali iniziative della Giornata Equestre di domani, la fiera ha visto inoltre lo  svolgimento della consueta gimkana di trattori con il contributo della ditta Graziotti, oltre all’incontro con i giovani studenti delle scuole primarie e le attività di laboratorio e gioco a cura del Circolo degli Esploratori. Nei quattro giorni di fiera in piazza Torre di Berta è inoltre possibile degustare carne chianina a km zero.

A.M.C.