Elezioni comunali acque agitate nella coalizione Mauro Cornioli Marzi per Il nostro Borgo fa chiarezza su candidature incarichi ed impegno per la città

sansepolcro- riccardo marzi presidente consiglio comunale 2006-2007 consigliere comunale 2007-2001 presidente comunità montana 2007-2010

Sansepolcro- La coalizione che sostiene il candidato sindaco Mauro Cornioli è di centrosinistra alternativo a quello che candidata Daniela Frullani in vista delle prossime elezioni comunali e la lista Il nostro Borgo aspirerebbe a rappresentare i moderati come quella civica “Cittadini per Daniela” liste civetta, scorrendo i candidati con i loro trascorsi, sicuramente nate per tentare di drenare da questa parte dello spettro politico cittadino i voti, Riccardo Marzi pareva dovesse entrare in lista, ma così non è stato ed interviene facendo chiarezza soprattutto sulle errate notizie riportate da certi quotidiani nei giorni scorsi, in questo modo dando una mano anche a Fabrizio Innocenti “stranamente” tirato in ballo su quanto accade dietro le quinte in questa compagine del candidato Cornioli, risulta non interessato ad incarichi, il nostro è assai ambito, ma in questo versante, progetto per il futuro della città, non si sente coinvolto per niente. “Il fatto che non sia presente in lista non deve far pensare ad un mio disimpegno, anzi!” afferma per contro Riccardo Marzi che vuole precisare e spiegare. Da quando sono usciti i nomi dei componenti le liste a sostegno di Mauro Cornioli in vista delle Amministrative del 5 giugno prossimo, è vero che si parla molto del suo impegno politico, perché alcuni si aspettavano che fosse inserito nella squadra di candidati ad uno degli scranni di palazzo delle Laudi. E invece ha preferito lasciare spazio a candidati nuovi.  “Io credevo e credo in questo progetto per il futuro del Borgo – dice Riccardo Marzi – e l’ho sposato da quando è iniziata l’avventura. Un progetto di rilancio della nostra città, affidato al carisma di un personaggio noto e stimato come Mauro Cornioli. Attraverso un’idea-guida: quella di superare gli anacronistici steccati ideologici del passato, per unire e non per dividere, cercando di mettere insieme le migliori risorse cittadine indipendentemente dai trascorsi e dall’appartenenza partitica. Questo era e questo è. Mi sento personalmente ancora parte integrante di questo progetto e, coerentemente con le mie idee e il mio sentire, porterò il mio contributo alla causa. Senza chiedere nulla per me, come ho detto fin dal primo giorno. Questo progetto ha rappresentato da subito la convivenza di anime e sensibilità diverse. Rappresentative anche di elettorati diversi. Unite però dalla volontà di mettersi a disposizione del Borgo e del suo futuro. Questo è ben chiaro in ognuno di noi che ci abbiamo messo la faccia, questo era il messaggio che è arrivato da tantissimi elettori che sin da subito ci hanno manifestato la loro simpatia. Perché qui dentro possono trovare persone e candidati espressione di tutte le parti politiche. Con l’unico obiettivo, ripeto, di fare il bene comune del Borgo. Proprio per il rispetto dei valori di questo progetto originario e di tutta la gente che ci ha accolto con speranza e che ci ha dato fiducia – conclude Marzi – sono impegnato a garantire e dare reale rappresentanza a quell’area moderata e di centro destra che mi ha sempre sostenuto, continuando senza tentennamenti nel percorso intrapreso nei mesi scorsi. Ce lo chiede il Borgo, ce lo chiede la gente che in queste settimane abbiamo incontrato. Non ci hanno chiesto se avevamo o meno in tasca la tessera di questo o quel partito, ma solo di dare forza alla speranza di cambiamento. Insieme”.

Anna Maria Citernesi