E’ ancora in fase di sperimentazione il nuovo piano del traffico non convince molto buona parte dei commercianti, modifica, semaforo via Beato Ranieri doppia luce, verde differenziato tra le due corsie

sansepolcro via beato ranieri

Sansepolcro- E’ ancora in fase di sperimentazione il nuovo piano del traffico che non convince molto buona parte dei commercianti, soprattutto di via Aggiunti, dove non c’è più il senso unico per tutta l’arteria da Porta Fiorentina a Porta Romana, il versante dove viene sperimentata l’inversione del senso di marcia, in coincidenza dell’arco della Pesa si è verificata la prevista da più parti problematica di ingorgo in direzione di Porta del Castello, le macchine ed i veicoli in circolazione hanno subito trovato lo sbarramento del semaforo, né è stato superato con il cambio di direzione di marcia in via Santa Caterina e la possibilità di svoltare in via San Puccio per sboccare in via Montefeltro. Problematico anche il semaforo ed allora da alcuni giorni viene sperimentata una modifica, il semaforo di via Beato Ranieri ha una doppia luce, che consente il verde differenziato tra le due corsie, per l’amministrazione si creavano file anomale in determinati momenti della giornata esclusivamente nella corsia di destra. Quindi è stato deciso di mettere in campo questa novità della doppia luce per rendere il transito più scorrevole. In pratica chi deve uscire e girare a destra per la Nazionale, cioè via Montefeltro, avrà il semaforo verde anche durante la fase verde di chi scende da viale Francini. Questo amplia molto la fase di uscita, passando dai 20 secondi attuali a circa 35. Secondo l’assessore al ramo Luca Galli l’effetto positivo sarà sicuramente d’impatto ed è convinto che è risolutivo delle code anche quando il traffico tornerà alla normalità essendo adesso ridotto ulteriormente per il coronavirus, la gente circola meno in centro storico anche per questa emergenza, oltre che per la riduzione del traffico così detto parassitario, cioè che utilizzava via Aggiunti al posto della Nazionale evitando i semafori, comunque qualche veicolo finiva per fermarsi a sostare in centro storico e quindi c’era più gente che si fermava anche per  fare acquisti. C’è da segnalare, tornando al semaforo di via Beato Ranieri che chi svolta a sinistra si trova in difficoltà per la doppia corsia di veicoli fermi al semaforo di via Montefeltro, quelli fermi che svoltano a sinistra, specialmente quando sono veicoli un po’ più ingombranti, ostacolano un tantino le manovre di quelli che si immettono in via Montefeltro riprendendo la marcia svoltando dal semaforo di via Beato Ranieri, ma ciò sarebbe anche passabile, accettabile, la problematica da verificare se risolta rimane l’altra.

Anna Maria Citernesi