Domani riprende la sua piena attività il mercato settimanale del martedì e del sabato, novità dislocazione dei banchi, ambulanti trasferiti in via Aggiunti e via dei Molini, alimentaristi a Porta Romana Nessun nuovo positivo da coronavirus i guariti continuano ad aumentare ma a Badia Tedalda c’è un nuovo, spostamenti tra comuni confinanti di regioni diverse ammessi esclusivamente “previa comunicazione congiunta da parte dei sindaci dei Comuni tra loro confinanti ai Prefetti competenti”

sansepolcro

Sansepolcro- Domani riprende la sua piena attività il mercato settimanale del martedì e del sabato, e c’è una novità che riguarda la dislocazione dei banchi, gli ambulanti verranno trasferiti in via Aggiunti e via dei Molini, con alimentaristi situati a Porta Romana. Per la durata del mercato saranno chiuse via Aggiunti da Porta Romana a Arco della Pesa e via dei Molini fino all’ingresso del parcheggio. Oltre al distanziamento tra banchi, occorre sempre il rispetto della distanza tra le persone e la mascherina. In questi ultimi due mesi il mercato si era limitato ai banchi di generi alimentari. Nessun nuovo caso positivo da coronavirus i guariti continuano ad aumentare, ma a Badia Tedalda c’è un nuovo caso di contagio e si spera che la curva del contagio non riprenda a salire ora che c’è stata la ripartenza generalizzata, seppur ancora con notevoli difficoltà più che con entusiasmo, c’è anche da aggiungere che la gente non è poi così fessa da recarsi al bar, al ristorante o a fare shopping come prima del diffondersi del virus pandemico, lo si è visto subito, lo si è visto subito fin da stamani. La Regione Toscana, inoltre, ha autorizzato gli spostamenti tra comuni confinanti di regioni diverse che saranno ammessi esclusivamente “previa comunicazione congiunta da parte dei sindaci dei Comuni tra loro confinanti ai Prefetti competenti” non solo per lavoro o motivi di urgenza ma anche per andare a trovare i loro cari che non vedono da mesi. Si attendono le autorizzazioni delle altre regioni. Il Governo autorizza gli spostamenti interregionali dal 3 giugno. Quindi, per il momento, non è certo se si incorra in multe o meno per spostarsi nei comuni confinanti di altre regioni.

Anna Maria Citernesi