Degrado in alcune zone della città senza dubbio riguarda la zona del polo scolastico del Campaccio “Sta quasi per finire il terzo anno scolastico” commenta il Partito Democratico “sotto l’Amministrazione Cornioli senza che i bambini della Scuola Collodi possano fare ginnastica nella loro palestra o usufruire dello spazio esterno a loro dedicato L’Amministrazione comunale punta l’indice sulla Provincia ma a parere del Pd la responsabilità di questo stato di degrado è dell’Amministrazione “Per giustificare la sua totale inerzia di fronte ai cittadini che si lamentano e denunciano atti di vandalismo continui, l’amministrazione ha deciso di dare la colpa ad altri enti”

sansepolcro- alessandro rivi consigliere provinciale consigliere comunale lega

Sansepolcro- Degrado in alcune zone della città senza dubbio riguarda la zona del polo scolastico del Campaccio “Sta quasi per finire il terzo anno scolastico” commenta il Partito Democratico “sotto l’Amministrazione Cornioli senza che i bambini della Scuola Collodi possano fare ginnastica nella loro palestra o usufruire dello spazio esterno a loro dedicato. L’area del Campaccio è stata negli anni passati interessata da un importante investimento che ha permesso la ricostruzione della Scuola Collodi, l’adeguamento sismico del Liceo e la creazione di un’area giochi per bambini con un anfiteatro. L’amministrazione Cornioli, invece di proseguire nell’opera di miglioramento di una delle zone più vissute della Città, vista la presenza di verde e delle scuole, se ne è completamente dimenticata e l’ha lasciata in completo abbandono, come dimostrano le immagini diffuse nei giorni scorsi da una nota emittente locale.” L’Amministrazione comunale punta l’indice sulla Provincia ma anche a parere del Pd la responsabilità di questo stato di degrado è dell’Amministrazione “Per giustificare la sua totale inerzia di fronte ai cittadini che si lamentano e denunciano atti di vandalismo continui, l’amministrazione ha deciso di dare la colpa ad altri enti, non ricordandosi le proprie responsabilità in merito alla mancata realizzazione della palestra Collodi e i proclami sulla sicurezza e sulla installazione di telecamere che l’hanno contraddistinta. Come per la situazione drammatica in cui versa la stazione FCU, anche in questo caso il Sindaco si giustifica dichiarando di non avere responsabilità, nessun potere neanche di controllo. Eppure due anni fa metteva al bando la povertà con una ordinanza anti-accattonaggio, facendosi grande con i deboli, come se questo fosse il grande problema di Sansepolcro e non l’incuria e il degrado in cui imperversano alcune zone della Città. Dopo quasi tre anni è responsabilità del Sindaco dare risposte adeguate ai problemi, le giustificazioni sono finite.”. In merito alle recenti vicende degli atti vandalici che hanno interessato l’immobile di proprietà della Provincia di Arezzo e precisamente l’Istituto Professionale Buitoni di Sansepolcro, è intervenuto il consigliere provinciale leghista Alessandro Rivi, con delega alla Pubblica Istruzione, rassicurando, inoltre, che la situazione è già attenzionata dagli uffici: “Abbiamo già richiesto,” prosegue Rivi che è anche consigliere comunale della Lega di Sansepolcro “sia alla polizia municipale che ai carabinieri, di intensificare i controlli di quell’area, dato che il controllo dell’area in cui è inserito l’immobile scolastico è di competenza comunale. L’edificio è comunque protetto da impianto antintrusione e qualsiasi infrazione viene segnalata. Purtroppo questi atti di vandalismo, sono segno di inciviltà che si ripercuote come danno economico per l’intera società. La Provincia interverrà per i necessari ripristini, riparando ogni danno. Tra l’altro nel programma triennale dei lavori pubblici, l’Istituto Professionale “Buitoni” di Sansepolcro sarà oggetto di ristrutturazione e adeguamento sismico con un intervento pari a 2 milioni di euro che permetterà di rendere nuovamente fruibile l’edificio, attualmente inagibile. L’intervento è in programma per l’anno 2019; inoltre sono in programma sempre a Sansepolcro adeguamenti alle norme prevenzioni incendi al Liceo Artistico “Giovagnoli” per un importo di 121.260,00 euro e al Liceo Scientifico “Città di Piero” per un importo di 114.470,00 euro.”.

Anna Maria Citernesi