Consiglio comunale approva acqua gratis articolazione tariffe in Conferenza Territoriale Deposito tabacchi unità di intenti ma servono azioni concrete

sansepolcro- palazzo delle laudi 2

Sansepolcro- Dopo la precedente serie di rinvii, gli argomenti erano più volte slittati, il Consiglio comunale di Sansepolcro ha accolto favorevolmente le due proposte presentate dal gruppo consiliare di opposizione “La Sinistra” (che ora si appellano “Insieme Possiamo” ma Marconcini o non Marconcini anche loro sono sempre i stessi) firmate anche dai consiglieri comunali del gruppo “Democratici per Cambiare”: un ordine del giorno sulle nuove tariffe dell’acqua ed una mozione per cercare di trovare una soluzione politica alla chiusura del deposito tabacchi di Sansepolcro. In particolare l’O.d.G. sull’acqua – approvato con i voti favorevoli dei consiglieri comunali di tutta l’attuale minoranza consiliare a palazzo delle Laudi più quelli del gruppo consiliare “In Comune” (il PD si è astenuto ed il gruppo consiliare come al solito si è disciplinatamente allineato all’ordine di partito) – impegna il sindaco e la giunta comunale ad attivarsi in tutte le sedi opportune, a partire dalla prossima Conferenza Territoriale, per proporre una diversa articolazione tariffaria rispetto a quella recentemente approvata: in sostanza verrà chiesto di calcolare le bollette partendo da una base individuale (anziché familiare) e in maniera tale da garantire l’accesso gratuito a 50 litri di acqua potabile al giorno per cittadino. Per quanto riguarda la mozione, invece, il Consiglio comunale si espresso unanimemente per dare mandato al sindaco Daniela Frullani di chiedere un confronto con la società appaltatrice del magazzino dei tabacchi biturgense (la “Logista Italia Spa”), affinché la stessa torni sulla decisione di chiudere la filiale di Sansepolcro. In definitiva, come dichiarato dal consigliere comunale Gabriele Marconcini de La Sinistra, “il terreno di condivisione che abbiamo contribuito a creare rappresenta un risultato più che soddisfacente: ora però l’unità di intenti manifestata si tramuti quanto prima in azioni concrete”. In appendice rispetto ai temi sopra riportati, nell’ambito della stessa sessione consiliare il gruppo consiliare ha presentato un’interrogazione urgente per chiedere al sindaco eventuali delucidazioni sulla situazione del terzo pediatra di zona, visto che negli ultimi giorni, dopo la cessazione di attività della dottoressa Pascuzzi, riemerge un problema che da un paio di mesi sembrava, a loro parere, risolto: tuttavia neppure la breve discussione sviluppatasi su questo tema è riuscita a fornire ulteriori informazioni.

Anna Maria Citernesi