Banche e risparmio affollata domenica di fine febbraio a palazzo delle Laudi Meetup Sansepolcro “Un’occasione di sana informazione sul decreto salva-banche”

IMG_3954

Sansepolcro- Quando si tira in ballo l’interesse la gente partecipa subito alle iniziative anche politiche, anche di domenica mattina e anche se c’è la Santa Messa in concomitanza, partecipazione in massa specialmente quando esso viene leso, come in questo caso, ecco perchè domenica 28 febbraio a palazzo delle Laudi c’erano oltre cento persone, non sono neanche poi tante se si considera tutti quelli rimasti coinvolti negativamente nella vicenda, un’occasione per parlare di banche e risparmio insieme a due dei quattro attesi parlamentari, Alessio Villarosa e Daniele Pesco, del Movimento 5 Stelle. “Ringraziamo i cittadini” commentano la scorsa domenica mattina di fine febbraio dal Meetup di Sansepolcro “che, numerosissimi, hanno affollato la Sala del Consiglio Comunale. Ringraziamo tutte le associazioni che hanno portato al dibattito argomentazioni e spunti di riflessione estremamente stimolanti. Vogliamo ringraziare di cuore i nostri parlamentari per il loro grandissimo impegno. Quella di domenica è stata una occasione per fare sana informazione su ciò che è avvenuto con il cosiddetto decreto salva-banche (ma sarebbe più giusto dire svuota-banche), un atto su cui gravano peraltro pesanti dubbi di legittimità e costituzionalità. I nostri parlamentari hanno inoltre esposto con chiarezza la linea del Movimento sul riassetto del sistema bancario nazionale e sulla necessaria riforma della Banca d’Italia, una struttura i cui soci sono le stesse banche che in teoria dovrebbe controllare: l’apoteosi del conflitto d’interessi. In una domenica mattina di fine febbraio abbiamo portato oltre cento persone nel Palazzo Comunale a parlare del futuro dei nostri risparmi, in maniera costruttiva e confrontando opinioni anche diverse. Abbiamo portato principi sui quali continueremo sempre a batterci tenacemente e su cui faremo sentire sempre più forte la nostra voce. La faremo sentire come cittadini e tra qualche mese anche come amministratori, abbiamo portato nella sonnolenta politica cittadina un segnale fortissimo di risveglio, un segnale di partecipazione e di determinazione. Ed è solo l’inizio.”.

Anna Maria Citernesi