Assieme alla scuola riorganizzazione della sanità nel prossimo Consiglio comunale all’ordine del giorno atto di indirizzo ripristinare un’area di terapia intensiva, né dà notizia consigliere comunale Forza Italia Tonino Giunti “Finalmente l’Amministrazione Cornioli” commenta e spiega “si è decisa a chiedere il ripristino” “Tra l’altro,” aggiunge consigliere comunale Lega Alessandro Rivi “non abbiamo ancora finito di “”ringraziare”” la Regione Toscana per il gran bel lavoro fatto sui distretti sanitari”

sansepolcro consigliere comunale forza italia tonino giunti

Sansepolcro- Assieme alla scuola altro argomento importante è la riorganizzazione della sanità nel territorio nel prossimo Consiglio comunale all’ordine del giorno è stato inserito un atto di indirizzo presentato dall’Amministrazione da approvare con il quale l’amministrazione guidata dal sindaco Mauro Cornioli chiederà alla Regione di ripristinare un’area di terapia intensiva nell’ospedale della Valtiberina di Sansepolcro, né dà notizia il consigliere comunale di Forza Italia Tonino Giunti. “Finalmente l’Amministrazione Cornioli” commenta e spiega “si è decisa a chiedere il ripristino di un’area di Terapia Intensiva nell’Ospedale della Valtiberina di Sansepolcro. Ci hanno ripensato tre mesi, ma va bene lo stesso. L’importante è ottenere il risultato. Quindi, finalmente l’Amministrazione Cornioli chiederà di ripristinare un’area di terapia intensiva nell’Ospedale della Valtiberina di Sansepolcro. Così c’è scritto nell’Atto di Indirizzo presentato dall’Amministrazione al prossimo Consiglio comunale da approvare. Faccio un po’ di storia: In data 18 febbraio 2020, prima di tutta la chiusura per Covid-19, nel Consiglio comunale fu respinta dall’Amministrazione una mia mozione che chiedeva l’interessamento del Sindaco per il ripristino di tre posti di terapia intensiva con la presenza di un anestesista. Dato che non ho accettato la decisione ho presentato dopo pochi giorni la stessa mozione ai sindaci dell’Unione dei Comuni, ancora da discutere, causa la chiusura per Covid-19. Intanto il nostro consigliere Marchetti presentava un’interrogazione alla Regione ed il nostro onorevole Mugnai si attivava per chiedere al governo il potenziamento delle terapie intensive. Penso che dopo quello che c’è stato e c’è ancora in Italia, avere la Valtiberina con 30.000 abitanti con una struttura ospedaliera sprovvista di rianimazione, con pochissimi posti letto in medicina, con la chirurgia solo per day-surgery, carente di specializzazioni, mi sembra una cosa che non sta ne in cielo ne in terra. La Regione deve ripristinare tutto quello che ha tagliato in questi anni. I cittadini ne hanno diritto.”. Certo il ripristino della Terapia Intensiva non è esaustivo di tutte le necessità effettive elencate dall’azzurro Giunti ma è comunque un passo avanti. “Tra l’altro,” aggiunge il consigliere comunale della Lega Alessandro Rivi “non abbiamo ancora finito di “”ringraziare”” la Regione Toscana per il gran bel lavoro fatto sui distretti sanitari. Qualcuno della maggioranza Cornioli, però, con Sindaco in testa, si finisce le mani per applaudire alle varie manovrine da campagna elettorale di Rossi, Ceccarelli, De Robertis & Co., per i quali paghiamo e pagheremo l’inefficienza della nostra zona, dal punto di vista sanitario, per anni. Lo stesso vale per la Consigliera De Robertis, che da oggi è la nuova paladina della nostra Provincia, ha fatto molto per la nostra sanità, salvo astenersi in votazione in Consiglio regionale sui distretti sanitari, cosa che ritengo più un’offesa che un’attenuante.”. In effetti anche l’autonomia del distretto sociosanitario sia da Arezzo che dal Casentino sarebbe un obbiettivo importante da centrare. Il verde Rivi incalza anche la maggioranza svelandone la sua vera natura per aiutarla a superarla, avendo perso i connotati di trasversalità è divenuta sempre più una variante Pd, e pur sempre vecchiume Pd, emancipandosi dal suo schiacciamento al Pd regionale, ne è conseguita in questi anni una politica di assai modesta natura anche per quanto riguarda la sanità, ed una vasta opposizione anche all’amministrazione guidata dal sindaco Mauro Cornioli sta montando sottotraccia già da qualche anno in città. Come dire caro sindaco Cornioli se non vi date da fare in quest’ultimo scorcio di mandato giungerà presto la vostra ora, siete fritti, già pesce morto.

Anna Maria Citernesi